Articoli

L'ambasciata romana occidentale presso la corte di Attila nel 449 d.C.

L'ambasciata romana occidentale presso la corte di Attila nel 449 d.C.



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

L'ambasciata romana occidentale presso la corte di Attila nel 449 d.C.

Di Hrvoje Gracanin

Byzantinoslavica, Vol. 61 (2003)

Abstract: Basato sull'analisi di una prima fonte bizantina, La storia di Bisanzio e del periodo di Attila, di Prisco di Panium, l'autore si stanca di formulare una plausibile congettura sul vero scopo dell'ambasciata romana occidentale alla corte di Attila nel 449, associandola al caso Iusta Grata Honoria e tenendo conto di alcuni aspetti nuovi. Il documento tratta anche degli incontri tra gli inviati romani occidentali e Prisco, e fornisce una sintesi del racconto di Prisco del viaggio degli inviati romani orientali e del loro soggiorno alla corte di Attila.

Introduzione: Nell'estate del 449, un'altra ambasciata romana orientale partì da Costantinopoli per la corte del re degli Unni Attila. Fu una risposta immediata all'arrivo dei negoziatori unni Edeco e Oreste nella capitale romana orientale nella primavera dello stesso anno. La loro missione era di fornire un'ulteriore enfasi alle richieste di Attila. Vale a dire, nel 447, ci fu uno scoppio di guerra tra gli Unni e l'Impero Romano d'Oriente con una tale intensità che non era mai stata osservata prima.


Guarda il video: Chi era davvero Attila? (Agosto 2022).