Articoli

Pittura murale medievale danese

Pittura murale medievale danese


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Pittura murale medievale danese

Di Axel Bolvig

Fare arte medievale, a cura di Phillip Lindley (Shaun Tyas, 2003)

Introduzione: 1411, la regina Margrethe I, che aveva riunito Danimarca, Norvegia e Svezia in un'unione personale, ordinò la ristrutturazione di una cappella in una delle torri della cattedrale di Roskilde. Desiderava che fosse a volta e arredata con nuove finestre e una decorazione dipinta in modo che la cappella fosse "luminosa e bella". Non sappiamo se le finestre fossero adornate con vetrate, ma si può ancora vedere la decorazione dipinta. Consiste di ornamenti elegantemente dipinti e alberi convenzionali con foglie, ma non ci sono soggetti narrativi figurativi. La mancanza di soggetti religiosi e narrativi ha qualcosa a che fare con la richiesta della regina di una cappella luminosa e bella? Quasi tutte le altre decorazioni raffigurano scene della Bibbia o storie sacre e senza conoscere veramente la loro funzione è chiaro che le intenzioni dietro di esse non derivano da un convinto senso di piacevole decorazione. Sin dai tempi di san Gregorio Magno era diffusa l'idea che le immagini nelle chiese dovessero essere percepite in modo didattico come la Bibbia degli analfabeti. Si può mettere in dubbio l'efficacia di questa funzione linguistica dei dipinti murali. Un'immagine iconografica religiosa convenzionale non può essere compresa senza una precedente conoscenza delle storie della Bibbia o delle vite dei santi. Anche se la maggior parte dei dipinti sono di carattere narrativo, non possiedono linearità, hanno una funzione non discorsiva che presenta tutte le loro informazioni nella stessa sintassi e di conseguenza non possono funzionare come sostituto del linguaggio discorsivo lineare parlato o scritto. È importante sottolineare che guardando le immagini narrative la narrazione lineare è eseguita dallo spettatore nella sua "lettura" dei contenuti, e non dall'artista. La funzione principale delle immagini, si potrebbe sostenere, risiede nel loro richiamo alle emozioni e non all'intelletto dello spettatore.


Guarda il video: Ucic Nirvana - Effetto pennellato (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Mezijar

    Risposta meravigliosa, molto divertente

  2. Ain

    Sì davvero. Mi unisco a tutto sopra. Possiamo comunicare su questo tema. Qui o in PM.

  3. Avent

    Sono assolutamente d'accordo con te. L'idea è fantastica, sono d'accordo con te.

  4. Dempsey

    Mentre molto bene.

  5. Milan

    Mi scuso, ma secondo me è evidente.



Scrivi un messaggio