Articoli

Shakespeare e il Medioevo

Shakespeare e il Medioevo



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Nel 2009 sono stati pubblicati due libri, ciascuno con lo stesso titolo. Ecco alcuni dettagli su entrambi i libri:

Shakespeare e il Medioevo: saggi sulla performance e l'adattamento delle opere teatrali con fonti o ambientazioni medievali

A cura di Martha W. Driver e Sid Ray

McFarland Publishing, 2009
ISBN 978-0-7864-3405-3

Ogni generazione reinventa Shakespeare per le proprie esigenze, immaginando attraverso le sue scelte particolari ed enfatizzando lo Shakespeare che apprezza. L'uomo stesso era profondamente coinvolto nel suo tipo di rivisitazione storica. Questa raccolta di saggi esamina le fonti e l'ispirazione medievali del drammaturgo e il modo in cui hanno plasmato le sue opere. Con una prefazione di Michael Almereyda (regista dell'Amleto con Ethan Hawke) e del drammaturgo Dakin Matthews, questi tredici saggi analizzano i modi in cui la nostra comprensione moderna della vita medievale è stata influenzata dal nostro apprezzamento per le opere di Shakespeare.

Shakespeare e il Medioevo

A cura di Curtis Perry e John Watkins

Oxford University Press, 2009
ISBN: 978-0-19-955817-9

Shakespeare and the Middle Ages riunisce un illustre gruppo multidisciplinare di studiosi per ripensare alle origini medievali della modernità. Shakespeare fornisce loro la messa a fuoco perfetta, dal momento che le sue opere tornano al Medioevo con la stessa decisione con cui anticipano il mondo moderno: quasi tutte le storie descrivono eventi durante la Guerra dei Cent'anni e Re Giovanni guarda ancora più indietro al tredicesimo anno. secolo Angioini; molte delle commedie, tragedie e romanzi si basano su fonti medievali; e ci sono importanti antecedenti medievali anche per alcuni dei modi poetici in cui ha lavorato.

Molti dei saggi rileggono Shakespeare recuperando aspetti delle sue opere che derivano dalle tradizioni medievali e il cui significato è stato oscurato dal desiderio di leggere Shakespeare come l'origine del moderno. Questi saggi, presi cumulativamente, sfidano l'idea di una rottura decisiva tra il periodo medievale e la prima modernità dimostrando continuità di forma e immaginazione che colmano chiaramente il divario. Altri saggi esplorano i modi in cui Shakespeare ei suoi contemporanei hanno costruito o immaginato le relazioni tra passato e presente. Prestare attenzione al modo in cui questi scrittori pensavano al loro rapporto con il passato rende possibile, a sua volta, leggere contro il grano del nostro investimento teleologico nell'idea della prima modernità.

Un terzo gruppo di saggi legge testi di Shakespeare e dei suoi contemporanei come documenti che partecipano alla trasformazione socio-culturale dall'interno. Ciò significa prestare attenzione al modo in cui essi stessi affrontano il problema del cambiamento, tentando di rispondere a nuove condizioni e pressioni mantenendo le consuete abitudini di pensiero e immaginazione. Presi insieme, i saggi di questo volume rivisitano l'idea stessa di transizione in un modo piacevolmente non teleologico.


Guarda il video: La Vita Nel Medioevo Un Viaggio Di Mille Anni - HD 720p Stereo (Agosto 2022).