Articoli

Nuove direzioni nello studio della musica medievale Andalusi

Nuove direzioni nello studio della musica medievale Andalusi


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Nuove direzioni nello studio della musica medievale Andalusi

Dwight F. Reynolds,

Journal of Medieval Iberian Studies: Volume 1, numero 1 (2009)

Astratto

Lo studio della musica arabo-andalusa medievale ha recentemente iniziato a svolgere un ruolo più importante negli studi iberici medievali. Nuove direzioni hanno iniziato ad aprirsi e il campo si sta attualmente muovendo in avanti utilizzando molteplici nuovi approcci. Importanti testi medievali, precedentemente ritenuti perduti, sono emersi negli ultimi decenni creando un nuovo corpo di prove che gli studiosi possono interpretare. Inoltre, una serie di testi già noti vengono ora rivalutati da un punto di vista musicologico, piuttosto che puramente letterario, e stanno rivelando nuove significative intuizioni sulle culture musicali dell'Iberia medievale. Un'attenta ricerca in una varietà di archivi e collezioni differenti ha iniziato a offrire un senso più dettagliato del contesto delle performance musicali medievali, delle vite degli artisti, del loro status economico e sociale e così via. E studi comparativi attraverso periodi storici e tradizioni regionali stanno fornendo nuove interpretazioni radicali della storia di alcune strutture musicali, modalità di trasmissione e repertori individuali.

Il presente sondaggio offre una panoramica delle ricerche pubblicate di recente nel campo della musica arabo-andalusa medievale e delinea una serie di nuove linee di ricerca che sono attualmente, o dovrebbero essere, seguite da futuri studiosi.

introduzione

Lo studio della musica di al-Andalus ha svolto un ruolo di primo piano nel campo degli studi iberici medievali durante il primo hadl del ventesimo secolo quando studiosi come Julian Ribera y Tarrago, Henry George Farmer, Higinio Angles e altri hanno pubblicato una serie di controversi e studi contraddittori. Questa raffica di pubblicazioni dell'inizio del ventesimo secolo era incentrata sul fatto che la musica andalusi avesse o meno influenzato la tradizione musicale dei trovatori occitani e catalani, le Cantigas de Santa Maria di Alfonso X e la tradizione gallego-portoghese delle cantigas de amigo, ed era profondamente coinvolto in la questione più ampia di come e in che misura la cultura arabo-islamica medievale avesse influenzato quella dell'Europa occidentale, questione che continua a provocare accesi dibattiti anche oggi.


Guarda il video: Il Medioevo - La musica sacra (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Sakr

    Forse, acconsentirò con la sua frase

  2. Abhaya

    It is rather valuable piece

  3. Dallan

    This already discussed recently

  4. Trenten

    Penso che troverai la soluzione giusta. Non disperare.

  5. Macerio

    Tu la persona astratta



Scrivi un messaggio