Articoli

Alchimia islamica e nascita della chimica

Alchimia islamica e nascita della chimica


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Alchimia islamica e nascita della chimica

Di Seyyed Hossein Nasr

Rivista di storia della scienza araba, Vol. 3 (1979)

Introduzione: L'alchimia è allo stesso tempo una scienza del cosmo, o cosmologia, una scienza sacra dell'anima, o psicologia, una scienza dei materiali e un complemento a certi rami della medicina tradizionale. Non è una protochimica sebbene si occupi di materiali fisici da un punto di vista particolare; né è l'origine del metodo scientifico moderno - sebbene l'alchimia si sia interessata nel senso più profondo dell'esperimento e dell'esperienza, quell'esperienza interiore che sola porta alla certezza e di cui ogni esperienza esterna non è che una pallida ombra. L'alchimista tradizionale funge da finestra attraverso la quale la luce del mondo spirituale brilla sul dominio naturale e l'aria rigenerante - o più precisamente l'etere - dell'empireo penetra da un punto di vista puramente fisico, essendo questo il lavoro dei carbonai. Piuttosto, mira a trasformare la natura per riportare la natura a quella perfezione primordiale, a quella beatitudine paradisiaca che la natura è in realtà, sebbene questo volto della natura rimanga velato e nascosto alla vista dell'uomo moderno. Attraverso la trasmutazione, basata su una scienza sacra delle cose, dell'anima di chi guarda all'oro puro, l'alchimia permette all'elemento solare o all'Apollo superno di risplendere sul mondo degli elementi grossolani e dei loro composti.


Guarda il video: MUSEO DEL PROFUMORIETI (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Vokazahn

    È più facile dire che fare.

  2. Gorsedd

    Ben fatto, sei stato visitato dall'idea semplicemente magnifica

  3. Mavi

    tutto alle persone)))



Scrivi un messaggio