Articoli

I primi anni del regno di Giustino I nelle fonti

I primi anni del regno di Giustino I nelle fonti



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

I primi anni del regno di Giustino I nelle fonti

Di Geoffrey Greatrex

Electrum, Vol. 12 (2007)

Introduzione: Nella notte tra l'8 e il 9 luglio 518 l'anziano imperatore Anastasio morì durante una violenta tempesta. Il giorno successivo, 9 luglio, il magister officiorum Celer riunì gli altri alti funzionari del palazzo per deliberare e scegliere un altro imperatore. Dopo qualche controversia, come il De Ceremonils racconta, Justin ha dimostrato di essere l'unico candidato su cui tutti potevano essere d'accordo e fu debitamente eletto e incoronato. Solo una settimana dopo il patriarca Giovanni fu obbligato da una folla entusiasta di Costantinopoli a tenere un servizio in onore dei Padri di Calcedonia. Alla fine del servizio, i presenti hanno iniziato a gridare le condanne di coloro che si sono opposti al consiglio, tra i quali hanno chiamato Amantius, il praeposrtus sacri cubicuti, si dice fosse il nuovo Tzuma, cioè un influente eunuco contrario a Calcedonia.

Il giorno successivo, o al più tardi entro il 18 luglio, Amanzio era morto, giustiziato insieme a diversi suoi associati. La maggior parte delle fonti afferma che Amanzio aveva tentato di assicurarsi il trono per il suo domesticus Teocrito e che era per questo motivo che lui ei suoi seguaci furono uccisi, e questo è ciò che è generalmente accettato nei trattamenti dettagliati del regno di Giustino. Un esame più attento delle fonti, tuttavia, solleva alcuni problemi e suggerisce che la presunta cospirazione potrebbe essere stata notevolmente esagerata, se non addirittura del tutto inventata. Allo stesso tempo, fa anche luce sulla natura delle fonti interessate e sulla questione di quanto sia possibile ricostruire opere come Malalas " Cronaca. La terza parte di questo articolo discuterà quindi a lungo i conti dei cronisti di Malalas di questo periodo e le versioni che sono state tramandate sotto il nome di e Marcellino arriva.

Le due fonti più interessanti da segnalare lo schiacciamento del complotto per la conquista del trono sono Marcellino arriva e Malalas. Il primo, che ha completato la sua prima edizione della cronaca quasi esattamente nel momento della congiura e l'ha aggiornato successivamente all'inizio del 530, è senza dubbio il più vicino agli eventi. In termini duri, descrive la trama ideata da Amantius in concomitanza con il cubicularii Andreas, Misael e Ardabur, a Monophysites, Theocritus imperatore; tutti sono condannati come manichei, senza dubbio perché, poiché si opposero con veemenza alla linea calcedoniana favorita da Giustino.


Guarda il video: I Cavalieri del Re: celebrazione del 30 Anniversario parte 18 (Agosto 2022).