Articoli

Atteggiamenti ambivalenti verso le donne nell'Europa del tardo medioevo: misoginia e culto delle donne

Atteggiamenti ambivalenti verso le donne nell'Europa del tardo medioevo: misoginia e culto delle donne


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Atteggiamenti ambivalenti verso le donne nell'Europa del tardo medioevo: misoginia e culto delle donne

Di Hyun Ran Kim

Deviazioni e alienazioni delle persone emarginate nelle comunità europee medievali: il settimo simposio coreano-giapponese sulla storia medievale dell'Europa (2010)

Introduzione: In generale l'Europa medievale è stata descritta come una società gerarchica dominata dagli uomini in cui signori, sacerdoti, cavalieri e servi erano i personaggi principali all'interno della cornice del feudalesimo e del cristianesimo. In questo quadro, le donne sembrano essere esistite come membri invisibili e indifesi della comunità. Tuttavia, è degno di sondare la reale posizione delle donne e i loro obiettivi di vita.

L'Europa medievale era governata da uomini principalmente perché il potere militaristico era più prezioso dopo le invasioni germaniche nel IV e V secolo. Tra il IX e l'XI secolo vichinghi e magiari invasero l'Europa e gli europei continuarono a scontrarsi con i musulmani attraverso le crociate. Le esigenze militaristiche di questo periodo instabile rafforzarono il dominio maschile: era un mondo in cui i soldati governavano.

L'Europa ha subito alcuni significativi cambiamenti socio-economici tra l'XI e il XIII secolo. Ad esempio, la popolazione maschile è sostanzialmente diminuita perché gli uomini hanno combattuto a lungo. Di conseguenza, il rapporto tra i sessi è stato sbilanciato e le donne sono diventate un surplus nella popolazione. Anche il capitalismo commerciale è stato introdotto in Europa attraverso i frequenti contatti con i musulmani. Ancora più importante, un nuovo sistema di eredità noto come primogenitura ha sostituito il vecchio sistema secondo cui ogni figlio e figlia avevano gli stessi diritti per la proprietà.

Nel frattempo, sono state le donne a essere maggiormente segregate nel processo di questa transizione. In particolare, come ha sottolineato Caroline Bynum, la misoginia si è intensificata e il clima di opinione contro le donne tra i sacerdoti si è fatto più aspro. Ironia della sorte, tuttavia, è vero che anche il culto delle donne è sorto oltre alla misoginia.

Allora come e perché la misoginia e il culto delle donne sono esistiti in modo ambivalente tra l'XI e il XIII secolo? Questo studio è iniziato con una curiosità di questa domanda. Tre questioni verranno discusse in questo articolo. Innanzitutto, qual è stata la vera causa di una misoginia più aspra in questo periodo? Secondo, perché il culto delle donne e l'amore cortese sono comparsi accanto alla misoginia? Infine, come hanno reagito e reagito le donne medievali agli atteggiamenti ambivalenti verso se stesse? Con una discussione e un'analisi di queste domande, possiamo illuminare la vita delle donne medievali e la loro visione del mondo da una prospettiva diversa.


Guarda il video: Le falsità sulle donne del Medioevo - Alessandro Barbero 2020 (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Dudon

    Al tuo posto sarebbe il contrario.

  2. Eliott

    semplicemente super!

  3. Blar

    Mi sembra che ti sei sbagliato

  4. Brakazahn

    L'ho letto - mi è piaciuto molto, grazie.

  5. Nasser

    Mi congratulo con l'ottima idea ed è tempestiva



Scrivi un messaggio