Articoli

Come un amuleto vichingo ha risolto il mistero del martello di Thor

Come un amuleto vichingo ha risolto il mistero del martello di Thor



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Nel 2014, gli archeologi hanno risolto un mistero di lunga data attraverso la scoperta di un manufatto vichingo del X secolo simile al martello di Thor. Prima di allora, lavoravano solo con un'intuizione sugli oltre 1.000 antichi amuleti che erano stati trovati in tutto il Nord Europa.

L'importanza degli amuleti Mjölnir

Le reliquie, note come amuleti Mjölnir (Mjöllnir), sembrano raffigurare martelli, che gli storici hanno collegato al dio norreno Thor. Tuttavia, questo non si è potuto concludere con certezza per molto tempo poiché le loro forme non sono conclusive e nessuna di esse conteneva iscrizioni che rivelassero la loro identità.

Ma le cose sono cambiate nel 2014, quando è stato trovato un amuleto con una chiara indicazione che descriveva ciò che il ciondolo stava cercando di rappresentare. Quel manufatto è stato trovato a Købelev, sull'isola danese di Lolland. È stato il primo del suo genere ad essere scoperto con un'iscrizione.

Il testo runico recita "Hmar x is", che si traduce in "questo è un martello". Realizzato in bronzo e probabilmente placcato con argento, stagno e oro, il ciondolo di 1.100 anni mostra che il mito di Thor ha profondamente influenzato i gioielli vichinghi.

Il raro amuleto Mjöllnir con iscrizione runica. Credito: Museo Nazionale della Danimarca .

“Questo è l'unico ciondolo a forma di martello con un'iscrizione runica. E ci dice che (i ciondoli) in effetti raffigurano martelli", ha detto Henrik Schilling, un portavoce del Museo Nazionale della Danimarca, a proposito del ritrovamento.

Caratterizzato da una decorazione intrecciata su un lato della testa del martello e la breve iscrizione runica sull'altro, si ritiene che l'amuleto Mjölnir scoperto nel 2014 sia stato realizzato da un artigiano locale. Frammenti di aghi d'argento e uno stampo per realizzare ciondoli indicano che i gioielli sono stati prodotti nel laboratorio di un argentiere sull'isola di Lolland.

Un altro esempio di un raro amuleto del martello di Thor è stato trovato nel 2018 nella valle mozzafiato di Þjórsárdalur, nel sud dell'Islanda. Quel manufatto è speciale perché è il primo esempio conosciuto di un amuleto di pietra a forma di martello di Thor. Anche quell'amuleto Mjölnir ha uno stile leggermente diverso dagli altri e gli archeologi ritengono che mostri l'influenza che l'emergere del cristianesimo ha avuto su alcuni culti norreni.

L'amuleto del martello di Thor in pietra. ( Fornleifastofnun Isole )

Il martello di Thor era una volta un simbolo di sfida pagana

Secondo la mitologia norrena, Thor è un dio armato di martello associato a tuoni, fulmini, tempeste, querce, forza, protezione dell'umanità e anche santificazione, guarigione e fertilità. Thor è un dio prominente in tutta la storia documentata dei popoli germanici.

Ha accompagnato persone dall'occupazione romana delle regioni della Germania, alle espansioni tribali del periodo migratorio, alla sua grande popolarità durante l'età vichinga, quando, di fronte al processo di cristianizzazione della Scandinavia, gli amuleti Mjölnir furono indossato in segno di sfida. Anche i nomi personali pagani norreni contenenti il ​​nome di Thor testimoniano la sua popolarità.

Acquaforte di Hugo Hamilton, raffigurante l'arcivescovo di Amburgo-Brema Ansgar la predicazione del cristianesimo agli svedesi "pagani". ( Dominio pubblico )

Si credeva che anche gli amuleti a forma di martello di Thor proteggessero i loro proprietari ed erano estremamente popolari. Questi tipi di amuleti venivano spesso seppelliti insieme ai guerrieri vichinghi. Ad esempio, tali ciondoli sono stati trovati in una fossa comune di membri del Great Heathen Army che invase l'Inghilterra nel IX secolo d.C.

  • Thor: come un guerriero norreno dio del tuono gestisce una situazione
  • Il raro amuleto del martello di Thor trovato in Islanda getta nuova luce sulla vita vichinga
  • La storia di Sif, potente moglie del dio norvegese Thor

Credenze sul martello di Thor

Il nome del martello di Thor, Mjölnir, significa "fulmine". Questo è un chiaro riferimento a uno dei poteri dell'antico dio nordico. In effetti, una volta la gente credeva che il martellamento di Thor causasse tuoni e fulmini durante le tempeste. Mjölnir avrebbe anche avuto il potere di livellare le montagne.

Il martello di Thor era un'arma magica e tornava sempre alla divinità dopo che lo aveva lanciato, come un boomerang. Era certamente con il dio mentre combatteva i suoi nemici e sconfiggeva i mostri, ma lo serviva anche in altri modi. Ad esempio, una storia popolare che include Thor che usa Mjölnir in Snorri Sturluson's Edda in prosa dice che un Thor affamato uccise e mangiò le sue capre, quindi consacrò le loro ossa con il suo martello magico per riportarle in vita. Il martello di Thor era davvero uno strumento molto utile!

Un'altra storia racconta di Thor vestito da sposa quando finse di accettare di sposare un gigante perché un gruppo di giganti aveva rubato Mjölnir. Sapeva che il martello sarebbe stato usato nella cerimonia del matrimonio e lo rubò, quindi lo usò prontamente contro i suoi nemici.

Si ritiene che gli antichi norvegesi usassero effettivamente le reliquie a forma del martello di Thor nei rituali per consacrare matrimoni, nascite e funerali. Il battito dei tamburi usando oggetti che simboleggiavano il martello del loro dio preferito avveniva anche per proteggere le comunità dagli spiriti maligni.

Con l'importanza del martello di Thor nel mito norreno e il grande simbolismo che conteneva, ha senso che gli amuleti a forma di Mjölnir fossero così popolari.


5 manufatti famosi

Con la scoperta di un amuleto a forma di martello inciso da un gruppo di scienziati svedesi, uno dei più grandi misteri dei vichinghi è stato risolto. In moltissimi siti di scavi vichinghi in tutta la Scandinavia sono stati trovati molti amuleti a forma di martello, ma nessuno era sicuro del loro intento. Quando è stato trovato un amuleto martello con inciso “Questo è un martello”, il mistero è stato risolto.

Il disco di Nebra è un disco di bronzo di 3.600 anni scoperto in Germania. Questo disco veniva utilizzato dagli antichi tedeschi per indicare la posizione del solstizio d'estate e d'inverno. Questo disco è stato originariamente pensato per essere uno scherzo in quanto è stato costruito in un modo così intricato e ben fatto. Fu anche uno dei primi strumenti “portatili” per misurare le stelle.

La Stele di Rosetta fu scoperta da un ufficiale francese nel 1799. Questa pietra era così significativa perché forniva un mezzo per tradurre gli antichi geroglifici egizi. Fino a quel momento, gran parte della letteratura egiziana e delle incisioni murali era illeggibile. Questa pietra traduce le parole egiziane in greco e demotico.

Questi 23.000 manufatti inestimabili furono presi dagli inglesi nel 19° secolo. Sono stati saccheggiati da Pechino. Questi manufatti rappresentano alcuni dei manufatti meglio conservati e più intricati che rimangono dalla dinastia imperiale della Cina.

Questa porta fu costruita dal re Nabucodonosor nel 575 a.C. Questa porta era costruita in modo complesso ed era bella da vedere. La glassa blu, abbinata all'intarsio in oro, crea un'immagine sorprendentemente sorprendente degli dei e delle dee babilonesi e allude al grande potere che Babilonia aveva all'epoca. Questa porta era un simbolo della ricchezza e della superiorità culturale di Babilonia in quel momento.


Le rune risolvono il mistero di un amuleto vichingo di 1.100 anni

Nel primo millennio d.C., i Vichinghi indossavano piccole repliche del martello Mjölnir di Thor, come questo scoperto di recente in Danimarca. La cosa incredibile di questo ritrovamento sono le rune sul martello.

Amuleti come questi sono stati scoperti in tutto il mondo vichingo, ma fino ad ora, gli archeologi non potevano dire con certezza che avrebbero dovuto essere rappresentazioni del martello di Thor o meno. Sembrano martelli, ma sono così stilizzati che avrebbero potuto essere anche qualcos'altro. Ma questo amuleto, scoperto su un'isola danese, porta alcune rune (vedi sotto in primo piano) che si traducono nella frase "Questo è un martello".

Secondo Past Horizons, che ha riportato sul ritrovamento:

Il piccolo martello di Thor di Købelev ha un ornamento intrecciato su un lato della testa del martello e una breve iscrizione runica sull'altro. Le rune variano in altezza da 3 a 7 mm, quindi è necessaria precisione per inscriverle sull'oggetto. Ci è voluto del tempo per comprendere il vero significato dell'iscrizione, in parte perché le rune sono così piccole, in parte a causa della corrosione superficiale sull'amuleto di 1100 anni fa e anche a causa dell'imperfetta iscrizione runica stessa.

Le rune si traducono in inglese moderno come 'martello è' dove il X indica il separatore tra le due parole. Questo si traduce più correttamente in 'Questo è un martello'. Ciò potrebbe indicare che l'autore era assolutamente istruito [e] è riuscito a inserire un'iscrizione in uno spazio minuscolo.

Il fatto che la persona che ha realizzato il martello fosse istruita è fonte di fascino per gli archeologi. Potrebbe indicare che l'alfabetizzazione era diffusa tra gli artigiani. D'altra parte, nessuno ha scoperto altri martelli con sopra delle rune. Quindi questo martello potrebbe essere stato un'eccezione alla regola, forse perché così pochi artisti erano abbastanza nobili da essere addestrati a leggere e scrivere.

Il martello era fuso in bronzo ed era probabilmente placcato con argento, stagno e oro. I vichinghi avrebbero indossato questi piccoli amuleti per protezione, ma la placcatura indica che erano apprezzati anche per la loro bellezza.


Mjöllnir runico - Pendente Thor vichingo

Oltre 1000 di questi amuleti Mjöllnir sono stati trovati in tutto il Nord Europa, sono stati tradizionalmente descritti come rappresentazioni del Martello di Thor, ma nessuno era troppo sicuro fino a quando la scoperta di un manufatto vichingo Mjöllnir del X secolo ha risolto il mistero di lunga data. I ciondoli sembravano raffigurare martelli, che gli storici hanno collegato al dio norreno Thor. Tuttavia, questo non poteva essere concluso con certezza poiché le loro forme non sono conclusive e nessuna di esse conteneva iscrizioni che rivelassero la loro identità.

Tuttavia, un altro ciondolo simile è stato recentemente (2014) trovato a Købelev, sull'isola danese di Lolland, che è il primo ad essere scoperto con un'iscrizione. Il testo runico recita &ldquoHmar x is&rdquo, che si traduce in &ldquothis is a hammer&rdquo. Realizzato in bronzo e probabilmente placcato con argento, stagno e oro, il ciondolo di 1.100 anni mostra che il mito di Thor ha profondamente influenzato i gioielli vichinghi e che l'interpretazione tradizionale di questi amuleti era corretta.

Secondo la mitologia norrena, Thor è un dio armato di martello associato a tuoni, fulmini, tempeste, querce, forza, protezione dell'umanità e anche santificazione, guarigione e fertilità. Thor è un dio menzionato in modo prominente in tutta la storia documentata dei popoli germanici, dall'occupazione romana delle regioni della Germania, alle espansioni tribali del periodo migratorio, alla sua grande popolarità durante l'età vichinga, quando, di fronte al processo della cristianizzazione della Scandinavia, gli amuleti Mjölnir erano indossati in segno di sfida e nomi personali pagani norreni contenenti il ​​nome del dio testimoniano la sua popolarità.

Recensioni dei prodotti

Mjolinir piccolo

Adoro questo prodotto, infatti alcuni membri della mia famiglia lo adorano, quindi ne ordino di più. È più piccolo e grande per una donna. Melissa Clow il 28 luglio 2020

Grande valore

Ciondolo ben fatto, ben fatto e un buon prezzo per l'avvio. Decano il 5 luglio 2018


Amuleto del martello di Thor, Mjölnir scoperto in Danimarca da un archeologo dilettante

In qualità di partecipante al programma di affiliazione di Amazon Services LLC, questo sito può guadagnare da acquisti idonei. Potremmo anche guadagnare commissioni sugli acquisti da altri siti web di vendita al dettaglio.

È una delle armi mitologiche più conosciute di cui abbiamo sentito parlare, il martello di Thor, l'arma protettrice di Asgard, che ha contribuito a prevenire la distruzione della città celeste di Asgard da parte dei giganti.

La scoperta è stata fatta in Danimarca, sull'isola di Lolland, dove gli archeologi hanno portato alla luce con successo un “torshammere” del X secolo, ponendo fine a un lungo dibattito tra archeologi e storici su come la leggenda del martello di Thor abbia influenzato la mitologia vichinga e i loro gioielli . "Questo è un martello", dice l'iscrizione scolpita su un amuleto di metallo di 2,5 cm che lo rende l'unico con un'iscrizione reale. (guarda il video qui sotto)

L'etichetta di identificazione, scritta in alfabeto runico -usato dai grandi Vichinghi- rende questa scoperta un pezzo unico tra le migliaia di opere simili che sono state trovate in Scandinavia, Isole Britanniche, Russia e Paesi Baltici, secondo gli archeologi, si crede che rappresenti l'arma del dio del tuono, Thor chiamato Mjolnir.

La scoperta di questo pezzo unico è stata fatta da Torben Christjansen, un archeologo dilettante, utilizzando un metal detector. In Danimarca, l'uso di metal detector per cercare oggetti d'antiquariato è legale, anche se ogni manufatto trovato dovrebbe essere consegnato al Museo Nazionale, che ne determina l'origine, l'autenticità e alla fine lo assegna allo scopritore. “C'è una stretta collaborazione tra musei e archeologi dilettanti. "Traiamo vantaggio dal loro lavoro", afferma Henrik Schilling, responsabile delle pubbliche relazioni del museo, dove il pezzo scoperto viene analizzato, diventando in seguito parte della collezione del museo.

La ricercatrice Lisbeth Imer del Museo Nazionale della Danimarca era incaricata di tradurre l'iscrizione “Hmar x is.” In una dichiarazione dell'istituto, la specialista descrive la scoperta come unica e afferma di non avere dubbi sulle parole che sono intendeva dire “martello,” ma indica il fatto che l'iscrizione è stata scritta male. L'autore dell'iscrizione ha mancato la prima vocale della parola martello,' ha detto, sostenendo che questa omissione potrebbe essere dovuta a ragioni di spazio. Tuttavia, tutti sono grati al misterioso autore dell'iscrizione in quanto ha permesso di chiarire finalmente i dubbi che i ricercatori avevano in passato riguardo al martello di Thor.

Tutti al Museo Nazionale della Danimarca sono abbastanza contenti della scoperta, gli studiosi sostengono che questi amuleti a forma di martello non erano solo pezzi ornamentali come molti credevano che fossero, ma questa scoperta in realtà punta verso prove come la rappresentazione del mitico martello di Thor.

Nella mitologia norrena, Mjölnir (pronunciato all'incirca ‘miol-neer’) è descritto come una delle armi più potenti mai realizzate, capace di grandi imprese, distruzione e costruzione. Il suo unico proprietario era Thor, il mitico dio del tuono e protettore di Asgard.

Secondo un rapporto in Past Horizons, questo oggetto storico è fuso in bronzo ma ha tracce di placcatura in argento e oro.

Da quando i ricercatori hanno effettuato scavi nelle nazioni vichinghe, sono stati portati alla luce migliaia di oggetti, ma nessuno di loro ha avuto l'importanza di questa scoperta.

Scopri di più su questo e altri incredibili reperti archeologici da Fatti interessanti sotto:


L'origine di Mjolnir Hammer

Il martello Mjolnir non esisteva solo nel cosmo. In effetti, Mjolnir è stato creato, ma non da Thor. God Thor fu il primo proprietario di Mjolnir e in seguito, dopo il Ragnarok, i figli di Thor avrebbero ereditato il martello di Mjolnir. I creatori di Mjolnir erano i nani, gli artigiani più talentuosi dei Nove Mondi.

Martello di Thor e mjolnir

La leggenda narra che un giorno Loki fosse in vena di fare scherzi ad altri dei. Si intrufolò nella stanza di Sif, la moglie di Thor. Sif stava dormendo in quel momento. Loki decise di tagliare i bei capelli dorati di Sif. Quando Sif si svegliò e si rese conto che qualcuno le aveva distrutto i capelli, lo disse a Thor e questo accese le sue fiamme d'ira. Thor sapeva costantemente che Loki era il colpevole di questo e ha trovato rapidamente Loki. Di fronte a Loki, Thor ha minacciato di uccidere Loki con tutto il potere che aveva. Loki aveva troppa paura per rifiutare qualsiasi richiesta di Thor. Loki si offrì quindi di fare ammenda per ciò che aveva creato. I suoi piani erano di partire per Svartalfheim e chiedere aiuto lì. Loki ha incontrato alcuni nani quando è arrivato a Svartalfheim. Pregò quei nani di creare i capelli per Sif. Ma Loki voleva di più, sfidò i nani a creare più tesori. Alla fine, Loki tornò ad Asgard con una borsa piena di tesori da regalare agli dei. E Mjolnir era uno di quei tesori creati dai nani. Il martello Mjolnir fu quindi offerto rapidamente a Thor. L'unico difetto di Mjolnir era che il manico era piuttosto corto. Ma la sua potenza era incredibile. Una volta lanciato, il martello Mjolnir non avrebbe mai mancato il bersaglio.


È stato scoperto un manufatto vichingo del X secolo simile al Martello di Thor. Questa scoperta ha risolto un lungo mistero che circonda più di 1.000 antichi amuleti trovati in tutto il nord Europa. Queste reliquie, note come amuleti Mjöllnir, sembrano raffigurare martelli, che gli storici hanno collegato al dio nordico del tuono, Thor. Tuttavia, questo non poteva essere concluso con certezza poiché le loro forme non sono conclusive e nessuna di esse conteneva iscrizioni che rivelassero la loro identità.

Un altro ciondolo simile è stato trovato a Købelev, sull'isola danese di Lolland, che è il primo ad essere scoperto con un'iscrizione. Il testo runico recita "Hmar x is", che si traduce in "questo è un martello". Realizzato in bronzo e probabilmente placcato con argento, stagno e oro, il ciondolo di 1.100 anni mostra che il mito di Thor ha profondamente influenzato i gioielli vichinghi. Sembra che il suo sia l'unico ciondolo a forma di martello con un'iscrizione runica (finora ritrovata). Questa è una buona indicazione che i ciondoli sono in effetti raffiguranti martelli.

Secondo la mitologia norrena, (che ho menzionato innumerevoli volte in questo blog) Thor è un dio armato di martello associato a tuoni, fulmini, tempeste, querce, forza, amicizia, onore, protezione dell'umanità, guarigione e fertilità del terreno insieme alla moglie Sif. Thor è un dio menzionato in modo prominente in tutta la storia documentata dei popoli germanici, dall'occupazione romana delle regioni della Germania, alle espansioni tribali del periodo migratorio, all'elevata popolarità di questa divinità durante l'età vichinga, quando, di fronte del processo di cristianizzazione della Scandinavia, gli amuleti Mjölnir furono indossati in segno di sfida e nomi personali pagani norreni contenenti il ​​nome del dio testimoniano la sua popolarità. In effetti, Thor era molto più adorato di suo padre, Odino.

Con un ornamento intrecciato su un lato della testa del martello e la breve iscrizione runica sull'altro, si ritiene che l'amuleto Mjöllnir appena scoperto sia stato realizzato da un artigiano locale. Frammenti di aghi d'argento e uno stampo per realizzare ciondoli indicano che i gioielli sono stati prodotti nel laboratorio di un argentiere sull'isola di Lolland.


Commenti

Stiamo assumendo

Siamo alla ricerca di un editor video professionale, animatore ed esperto di grafica che possa unirsi a noi a tempo pieno per lavorare alle nostre produzioni video.

Dare una mano

Iscriviti per un abbonamento per sostenere Red Ice. Se vuoi contribuire a far progredire ulteriormente i nostri sforzi, per favore:


Come un amuleto vichingo ha risolto il mistero del martello di Thor - Storia

Fornleifastofnun Isole Il piccolo amuleto scolpito nell'arenaria, raffigurante il martello di Thor.

Gli archeologi in Islanda hanno portato alla luce il Martello di Thor, anche se è solo uno minuscolo.

Un piccolo amuleto di pietra a forma di martello di Thor è stato scoperto in un sito nella valle di Þjórsárdalur nel sud dell'Islanda, secondo Rivista islandese. Questa scoperta è particolarmente rivoluzionaria perché riguarda la prima scultura in pietra del martello di Thor mai trovata in Islanda.

Il sito è stato scoperto dal residente locale Bergur Þór Björnsson, che ha indirizzato gli archeologi al sito precedentemente inesplorato. Secondo Recensione Islanda, il bisnonno di Björnsson scoprì l'ultima delle 20 fattorie conosciute dell'era vichinga nel 1920.

Björnsson ha detto che è capitato per caso nel nuovo sito Viking.

"Ho solo pensato che fosse abbastanza lontano tra le rovine qui e ho iniziato a cercare solo per divertimento", ha detto.

Fornleifastofnun Isole Una piccola fibbia trovata nel sito insieme all'amuleto raffigurante il martello di Thor.

Il sito, che si crede fosse una fattoria vichinga, è stato ora chiamato Bergsstaðir, dal nome del suo fondatore.

Secondo Edizione interna, il simbolo dell'amuleto potrebbe essere il risultato di un misto di religione pagana e cristianesimo, che si stava diffondendo nella regione durante il periodo in cui molto probabilmente fu realizzato il martello.

Si ritiene che la scultura in pietra del martello di Thor fosse un amuleto che le persone portavano al collo, Rivista islandese disse.

Gli archeologi hanno anche trovato altri tre oggetti che giacciono sulla superficie del terreno nel sito, tra cui una stuzzicadenti, un piccone di ferro e una fibbia.

E questi quattro oggetti non sono gli unici importanti manufatti vichinghi scoperti di recente in Islanda. Nel giugno 2017, durante uno scavo in un fiordo nella parte settentrionale del paese, è stata scoperta una massiccia sepoltura di una barca vichinga. Inoltre, nell'estate del 2015, una delle più grandi longhouse vichinghe in Islanda è stata trovata sotto un ex parcheggio nel centro di Reykjavík.

CARL DE SOUZA/Getty Images Un uomo vestito da vichingo si trova di fronte a una nave in fiamme.

Le scoperte dell'era vichinga sono comuni in tutta l'Islanda e la Scandinavia. Più di recente, nell'ottobre 2018, è stata scoperta una massiccia sepoltura di una nave vichinga utilizzando la tecnologia radar in Norvegia.

Per quanto riguarda l'amuleto martello di Thor e gli altri oggetti trovati nella valle di Þjórsárdalur, sono stati trasportati a Reykjavík per essere analizzati con la speranza di trovare informazioni sulla loro età e origini. Gli scavi sono appena iniziati nel sito e gli archeologi sperano che manufatti vichinghi più affascinanti vengano alla luce nel suolo islandese.

Vuoi saperne di più sui Vichinghi? Scopri la storia delle donne guerriere vichinghe conosciute come shieldmaidens. Quindi sblocca i misteri delle potentissime spade Ulfberht dei Vichinghi.


La scoperta del martello di Thor risolve il mistero dell'antico vichingo

Gli archeologi danesi hanno svelato una scoperta che getta nuova luce su un mistero secolare, rivelando come il martello di Thor è apparso ai vichinghi.

Più di mille ciondoli di fattura complessa, a forma di martello di Thor, sono stati trovati in tutta Europa. Gli storici hanno a lungo discusso il significato e il significato dei ciondoli, Novità sulla scoperta Appunti. Sebbene gli amuleti, noti come "torshammere", abbiano la forma vaga di martelli, il loro design simmetrico e le robuste impugnature hanno portato alcuni a chiedersi se siano destinati a rappresentare qualcos'altro.

Tuttavia, la scoperta di un nuovo ciondolo potrebbe aver finalmente messo a tacere il dibattito. Posta Online riporta che un amuleto del X secolo è stato portato alla luce a Kobelev, sull'isola danese di Lolland. Il torshammere, che condivide la stessa forma ruvida dei molti altri pendenti a forma di martello, è unico in quanto è intricato inscritto con una serie di rune. L'iscrizione recita "Hmar x is", che si traduce in "Questo è un martello". Fusione in bronzo, l'amuleto mostra tracce di essere stato placcato con argento, stagno e oro.

Mentre l'iscrizione sembra confermare che gli amuleti raffigurano effettivamente il martello di Thor, gli archeologi sono particolarmente affascinati dal fatto che l'artigiano che ha realizzato il martello fosse istruito. La scoperta di questo particolare martello ha portato alcuni a postulare che l'alfabetizzazione potrebbe essere stata diffusa tra gli abili artigiani della società vichinga. Nelle vicinanze sono stati scoperti anche strumenti per modellare i gioielli, il che suggerisce ai ricercatori che un laboratorio per la produzione degli amuleti del martello di Thor potrebbe essere stato situato nella zona.

Il martello di Thor, noto come Mjolnir nella mitologia vichinga, era un simbolo potente, a causa della provincia del suo proprietario come il dio nordico del tuono. "Era il potere protettivo dell'amuleto che contava", ha detto Peter Pentz, un archeologo che lavora al Museo Nazionale della Danimarca. "Spesso vediamo torshammere e croci cristiane apparire insieme, fornendo una doppia protezione".

Nella mitologia norrena, il martello non era solo un'arma, ma svolgeva anche un ruolo nei riti religiosi, nonché nelle cerimonie formali che segnavano la nascita, il matrimonio e la morte. Una versione romanzata di Thor ha dimostrato di essere un personaggio popolare nella serie di film Marvel, come L'Inquisizione ha riferito, sebbene il design del suo martello sia nettamente diverso dagli amuleti vichinghi.

Pentz ha raccontato di essere grato all'antico scrittore di rune per l'iscrizione che ha messo a tacere il dibattito sugli amuleti. Sebbene non ci siano piani per scavare ulteriormente nel sito vichingo di Kobelev, la scoperta di questo particolare torshammer ha già rivelato molto sulle credenze vichinghe e sul significato del martello di Thor.


Guarda il video: Come OTTENERE la LANCIA di ODINO GUNGNIR in AC VALHALLA - Assassins Creed Valhalla Gameplay ITA (Agosto 2022).