Articoli

Storia della USS E2 SS-26 - Storia

Storia della USS E2 SS-26 - Storia



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

MI -2

(SS-26: dp. 287; 1. 135'3"; b. 14'7"; dr. 11'8"; s. 14 k.;
cpl. 20; un. 4 18" tt.; cl. E)

Sturgeon (SS-26) fu varato il 16 giugno 1911 dalla Fore River Shipbuilding Co., Quincy, Mass.; sponsorizzato da Miss Margaret Nelson Little; ribattezzato E-2, 17 novembre 1911; e commissionato il 14 febbraio 1912, al comando il guardiamarina C. N. Hinkamp.

Servendo nella flottiglia sottomarina atlantica, E-2 salpò da Newport per esercizi di sviluppo e addestramento. Tra il 5 gennaio e il 21 aprile 1914, navigò verso Guantanamo Bay e il Golfo del Messico. Tornò a Newport, il 27 luglio, per le operazioni di addestramento per il resto dell'estate e da febbraio a maggio 1915 al largo della Florida.

Entrando nel cantiere navale di New York il 19 giugno 1916 per la revisione, l'E-2 fu vittima di una violenta esplosione e di un incendio il 15 gennaio 1916 quando il gas idrogeno fu acceso da una scintilla. Quattro uomini sono stati uccisi e sette feriti. Il 13 marzo E-2 è stato messo fuori servizio per essere utilizzato come laboratorio, per prove esaustive dell'accumulatore Edison.

Rimesso in servizio il 25 marzo 1918, l'E-2 prestò servizio in addestramento e lavoro sperimentale a New London fino al 16 maggio. Due giorni dopo arrivò a Norfolk per operare contro i sottomarini nemici al largo di Cape Hatteras. Tra il 21 maggio e il 27 agosto effettuò quattro pattugliamenti di guerra, avvistando un grosso sottomarino nemico per il quale fece lunghe ricerche in immersione durante la sua ultima pattuglia. E-2 è stato elogiato dal capo delle operazioni navali per due di queste pattuglie antisommergibile, che erano eccezionalmente lunghe per un sottomarino delle sue dimensioni.

Tornato a New London, il 31 agosto 1921, E2 fece altre due pattuglie prima della fine della guerra, poi tornò ad addestrare studenti ufficiali ea qualificare gli uomini per il servizio nei sottomarini. Salpò da New London il 19 aprile 1920 per Norfolk, arrivando 2 giorni dopo. Lì fu posta in commissione ordinaria, il 18 luglio 1921. Il 17 settembre salpò per Philadelphia Navy Yard dove fu dismessa il 20 ottobre 1921 e venduta il 19 aprile 1922.


Gli alleati speravano che l'operazione Market Garden ponesse fine alla seconda guerra mondiale. Ecco cosa è andato storto

Nelle settimane successive al D-Day, le truppe tedesche iniziarono a ritirarsi in massa, mentre le forze alleate avanzavano attraverso Francia, Belgio, Lussemburgo e Paesi Bassi. Nel settembre 1944, tuttavia, gli alleati sovraccarichi si stavano avvicinando alle formidabili difese tedesche lungo la Linea Sigfrido, che si erano mantenute forti dall'inizio della seconda guerra mondiale.

Il feldmaresciallo britannico Bernard Law Montgomery escogitò un piano audace per aggirare la linea Siegfried attraversando la parte inferiore del fiume Reno, liberandosi e spingendosi nel cuore industriale della Germania settentrionale.

Nome in codice Market Garden, l'offensiva richiedeva a tre divisioni aerotrasportate alleate (la parte dell'operazione di “Market”) di lanciarsi con paracadute e aliante nei Paesi Bassi, conquistando territori e ponti chiave in modo che le forze di terra (il “Garden& #x201D) potrebbe attraversare il Reno.

Ma decisioni controverse e circostanze sfavorevoli hanno iniziato ad accumularsi sin dall'inizio dell'operazione Market Garden. Nonostante i loro sforzi eroici, le forze alleate alla fine non sono riuscite a raggiungere i loro obiettivi e hanno subito perdite devastanti nel processo.

Guarda uno speciale sull'Operazione Market Garden su HISTORY Vault. 


USS Pueblo catturato

Il 23 gennaio 1968, la USS Pueblo, una nave dell'intelligence della Marina, è impegnata in una sorveglianza di routine della costa nordcoreana quando viene intercettata dalle motovedette nordcoreane. Secondo i rapporti degli Stati Uniti, il Pueblo si trovava in acque internazionali a quasi 16 miglia dalla costa, ma i nordcoreani hanno puntato i loro cannoni sulla nave armata alla leggera e ne hanno chiesto la resa. Gli americani hanno tentato di fuggire e i nordcoreani hanno aperto il fuoco, ferendo il comandante e altri due. Con la cattura inevitabile, gli americani hanno preso tempo, distruggendo le informazioni classificate a bordo mentre prendevano fuoco. Diversi altri membri dell'equipaggio sono rimasti feriti.

Infine, il Pueblo fu abbordato e portato a Wonson. Lì, l'equipaggio di 83 uomini è stato legato e bendato e trasportato a Pyongyang, dove è stato accusato di spionaggio entro il limite territoriale di 12 miglia della Corea del Nord e imprigionato. È stata la più grande crisi in due anni di aumento della tensione e scaramucce minori tra gli Stati Uniti e la Corea del Nord.

Gli Stati Uniti hanno sostenuto che il Pueblo era stato in acque internazionali e ha chiesto il rilascio dei marinai prigionieri. Con l'offensiva del Tet che infuriava a 2.000 miglia a sud in Vietnam, il presidente Lyndon Johnson non ordinò alcuna rappresaglia diretta, ma gli Stati Uniti iniziarono un rafforzamento militare nell'area.

All'inizio l'equipaggio catturato del Pueblo ha resistito alle richieste di firmare false confessioni, notoriamente alzando il dito medio verso la telecamera e dicendo ai nordcoreani che era il "segno di buona fortuna hawaiano". Una volta che i nordcoreani hanno appreso la verità, hanno punito i prigionieri con percosse, freddo e privazione del sonno, secondo una causa che alcuni membri dell'equipaggio del Pueblo avrebbero successivamente intentato contro il governo nordcoreano.

Alla fine le autorità nordcoreane hanno estorto una confessione e delle scuse al comandante del Pueblo Bucher, in cui ha affermato: "Non sarò mai più parte di alcun atto vergognoso di aggressione di questo tipo". Anche il resto dell'equipaggio ha firmato un confessione sotto minaccia di tortura.

I prigionieri sono stati poi portati in un secondo complesso nella campagna vicino a Pyongyang, dove sono stati costretti a studiare materiali di propaganda e picchiati per essersi allontanati dalle rigide regole del complesso. Ad agosto, i nordcoreani hanno organizzato una falsa conferenza stampa in cui i prigionieri dovevano lodare il loro trattamento umano, ma gli americani hanno ostacolato i coreani inserendo allusioni e un linguaggio sarcastico nelle loro dichiarazioni. Alcuni prigionieri si sono anche ribellati durante i servizi fotografici sporgendo casualmente il dito medio, un gesto che i loro rapitori non hanno capito. Più tardi, i nordcoreani hanno preso piede e hanno battuto gli americani per una settimana.


Storia della USS E2 SS-26 - Storia

La costruzione della terza portaerei a propulsione nucleare e della seconda di classe Nimitz, Dwight D. Eisenhower (CVN 69) è stata autorizzata dal Congresso nell'anno fiscale 1970. La nave è stata nominata per il 34esimo presidente degli Stati Uniti e generale dell'esercito Dwight David Eisenhower (14 ottobre 1890 - 28 marzo 1969).

11 ottobre 1975 La Pre-Commissioning Unit (PCU) Dwight D. Eisenhower è stata battezzata durante una cerimonia 1100 EST a Newport News Shipbuilding and Dry Dock Company. La signora Mamie Doud-Eisenhower, vedova del defunto presidente, è stata la sponsor della nave. Il capitano William E. Ramsey è il potenziale comandante.

30 luglio 1977 La portaerei partì per il suo primo periodo di navigazione in mare per condurre le prove in mare del costruttore nell'area operativa di Virginia Capes (VACAPES). Il tenente David L. Hallanbeck dell'Helicopter Combat Support Squadron (HC) 6 ha compiuto il primo atterraggio a bordo di un Sikorsky VH-3A Sea King. Gli studi di accettazione con INSURV sono stati condotti dal 23 al 24 agosto.

Il 12 settembre, il PCU Dwight D. Eisnehower è stato consegnato alla Marina degli Stati Uniti ed è partito per la sua prima crociera del dipendente al porto di partenza della Naval Station Norfollk.

15 settembre Primo lancio aereo e atterraggio arrestato da parte del Grumman C-1A Trader, pilotato dal capitano Ramsey, durante le prove di certificazione, 15-20 settembre.

18 ottobre, USS Dwight D. Eisenhower è stato commissionato durante una cerimonia al Pier 2 sulla Naval Station Norolk.

20 ottobre, Cmdr. Gary F. Wheatley, comandante del Carrier Air Wing (CVW) 1, ha effettuato il primo atterraggio a bordo dell'A-7E Corsair II dell'Attack Squadron (VA) 46. Il tenente Cmdr. David L. Newton e il tenente David Anderson della Strike Aircraft Test Directorate hanno compiuto il primo lancio di catapulte a getto in A-6E Intruder su 21 ottobre.

7 novembre, l'Ike partì da Norfolk per le qualifiche del vettore, con il CVW-1, e l'addestramento per il controllo dei danni al largo della costa di Cuba. Visita del porto di Guantanamo Bay, 24-26 novembre.

3 dicembre, Un A-7E Corsair II, assegnato all'Attack Squadron (VA) 72, ha subito un malfunzionamento meccanico e si è schiantato poco dopo il lancio dalla catapulta n. 4. Lt. Cmdr. Harold Andersen si è espulso e la nave ha lanciato una baleniera a motore, assistita da un Sikorsky SH-3D di HS-11, per recuperarlo. L'equipaggio di Sea King lasciò cadere un nuotatore per recuperare il pilota, ma a quanto pare Andersen era rimasto impigliato nel suo paracadute ed era annegato.

Il 5 gennaio 1978 la USS Dwight D. Eisenhower partì dal porto di partenza per una crociera Shakedown di quattro settimane nell'area operativa portoricana ancorata al largo di St. Thomas, Isole Vergini, dal 21 al 23 gennaio.

15 febbraio, CVN 69 di nuovo in corso verso le aree operative di Roosevelt Roads e Jacksonville.

1 Marzo, Un HH-46A, assegnato all'Helicopter Combat Support Squadron (HC) 16, ha incontrato difficoltà meccaniche mentre si trovava nella posizione di guardia dell'aereo a circa 100 iarde dal quartiere di dritta di Ike, a circa 60 miglia a sud-est di Jacksonville, in Florida. Il Sea Knight si è schiantato in acqua coda prima e affondò, capovolto, scomparendo alla vista in appena 30 secondi. Due degli uomini sono stati recuperati. tenente j.g. Frederic L. Bell e ADC John R. Bazan sono stati persi in mare.

4 marzo, la portaerei a propulsione nucleare ancorata al largo di Ft. Lauderdale, in Florida, per una visita di tre giorni. Al ritorno in mare, la nave ha iniziato a prepararsi per l'esercitazione di addestramento alle armi combinate (Operazione Shamrock) che si è tenuta il 17 marzo, a circa 60 miglia al largo della costa di Savannah, in Georgia, è tornata a Norfolk il 18 marzo.

28 marzo, l'Eisenhower è arrivato nel cantiere navale di Norfolk per una disponibilità post shakedown (PSA) È entrato nel bacino di carenaggio l'8 aprile Sganciato il 3 giugno.

Il 9 luglio, la USS Dwight D. Eisenhower è partita per un periodo di quattro giorni in corso per testare vari sistemi e la sua prima crociera "Padre/Figlio" al largo della costa della Virginia.

18 settembre, il Dwight D. Eisenhower partì dalla Naval Station Norfolk per l'addestramento di tipo al largo di Roosevelt Roads, Porto Rico, imbarcando VF-142, VF-143 e VAQ-138 come nuovi squadroni per Carrier Air Wing (CVW) 7 visita al porto di Saint Thomas dal 28 al 30 settembre e dal 9 all'11 ottobre Tornato a casa il 26 ottobre.

14 novembre, la portaerei di classe Nimitz è partita per un'esercitazione di preparazione della task force di tre settimane nei Caraibi occidentali. GULFEX ha coinvolto 20.000 membri dei servizi statunitensi e britannici, 36 navi, due sottomarini e più di 300 aerei ancorati al largo di Ft. Lauderdale dal 24 al 26 novembre Condotto l'esame di salvaguardia del reattore operativo (ORSE) dal 27 novembre al 1 dicembre Tornato a casa il 4 dicembre.

16 gennaio 1979 La USS Dwight D. Eisenhower partì da Norfolk per il suo primo dispiegamento nel Mediterraneo.

27 gennaio, l'Ike si è fermato a Rota, in Spagna, per uno scalo portuale di tre giorni Fatturato con la USS John F. Kennedy (CV 67) nel Mar Mediterraneo il febbraio ?.

Il 9 febbraio, la USS Dwight D. Eisenhower è ancorata al largo della costa di Napoli, in Italia, per una visita di tre giorni.

10 febbraio, il capitano James H. Mauldin ha sostituito l'ammiraglio posteriore William E. Ramsey come secondo comandante del CVN 69 durante una cerimonia di cambio di comando a bordo della nave.

19 febbraio, l'Ike ha nuovamente attraccato al largo di Napoli per uno scalo di cinque giorni dopo sette giorni di operazioni di volo nel Mar Ionio.

Dal 26 febbraio al 4 marzo, l'Eisenhower ha partecipato alla Settimana nazionale XXVI/Sardegna 1-79, un'esercitazione combinata della task force che ha coinvolto oltre 50 navi e 300 aerei provenienti da vari paesi della NATO.

6 marzo, il Dwight D. Eisenhower è ancorato al largo di Venezia, Italia, per una visita portuale di sei giorni Ancorato di nuovo al largo di Napoli per la manutenzione dal 20 marzo al 3 aprile.

10 aprile, la USS Dwight D. Eisenhower si è fermata ad Atene, Grecia, per uno scalo portuale di cinque giorni Inport Livorno, Italia, dal 17 al 21 aprile Ha partecipato a un'esercitazione di "guerra multidimensionale" MULTIPLEX 1-79, che prevedeva l'addestramento di due gruppi di battaglia con USS America (CV 66), nel Mar Ionio dal 22 al 28 aprile.

4 maggio, la portaerei a propulsione nucleare è arrivata ad Haifa, in Israele, per una visita portuale di 10 giorni.

Dal 17 al 24 maggio, l'Ike ha preso parte alle ultime due fasi dell'operazione di supporto marittimo in tre fasi Dawn Patrol. Ottanta altre navi della NATO hanno partecipato all'enorme esercitazione, tra cui la USS America e la portaerei francese Clemenceau (R 98).

28 maggio, la USS Dwigh D. Eisenhower è ancorata al largo della costa di Lisbona, in Portogallo, per una visita al porto di una settimana.

15 giugno, l'Eisenhower ha ancorato al largo di Napoli per un periodo di due settimane di stand-down dopo aver partecipato a un'esercitazione di difesa aerea spagnola Poopdeck 2-79, dal 12 al 13 giugno.

13 luglio, USS Dwight D. Eisenhower è tornato a Norfolk dopo un dispiegamento di sei mesi. L'aereo del Carrier Air Wing (CVW) 7 ha effettuato 8.580 atterraggi arrestati e ha registrato 19.674 ore.

Il 1 agosto, l'Ike ha dato il via a una Selected Restricted Availability (SRA) di tre mesi mentre era ormeggiata al molo 2 sulla Naval Station Norfolk.

6 novembre, la portaerei è partita dall'homeport per un periodo di 10 giorni in corso per le qualifiche della portaerei dello squadrone di sostituzione della flotta (FRS-CQ) e l'addestramento sul controllo dei danni.

Il 4 gennaio 1980 la USS Dwight D. Eisenhower partì da Norfolk per un addestramento di aggiornamento (REFTRA) nell'area operativa di Guantanamo Bay. Virginia Capes op. Le aree sono tornate a casa l'8 febbraio.

Il 20 febbraio, CVN 69 è partito da Norfolk per l'addestramento di tipo II al largo di Roosevelt Roads, visita del porto di Porto Rico a St. Thomas dal 2 al 5 marzo. Ha condotto l'addestramento di tipo tre e la valutazione della prontezza operativa (ORE) dal 5 al 18 marzo.

15 aprile, USS Dwight D. Eisenhower è partito dalla stazione navale di Norfolk per un'ondata di dispiegamento nell'Oceano Indiano alla luce delle tensioni nell'area del Golfo Persico.

7 maggio, dopo un viaggio di 12.000 miglia intorno al Capo di Buona Speranza, l'Eisenhower BG ha sostituito il gruppo di battaglia USS Nimitz (CVN 68) nella stazione della zona navale di operazioni (GONZO) del Golfo di Oman.

17 luglio, il Dwight D. Eisenhower è ancorato al largo della costa di Singapore per una visita di cinque giorni al porto della libertà.

9 dicembre, l'Ike lasciò la 7a flotta degli Stati Uniti dopo essere stato sostituito dalla USS Independence (CV 62).

22 dicembre, USS Dwight D. Eisenhower tornò a Norfolk dopo uno storico 254 giorni in mare con una sola visita in libertà.

28 gennaio 1981 Il Dwight D. Eisenhower è entrato nel Norfolk Naval Shipyard (NNSY) per una Selected Restricted Availability (SRA) in corso per le prove in mare l'11 maggio.

27 maggio, la USS Dwight D. Eisenhower è partita da Norfolk per le qualifiche del vettore di flotta in corso per CQ e la crociera padre/figlio dall'8 al 13 giugno in corso per l'addestramento di aggiornamento (REFTRA), nella baia di Guantanamo op. Area, il 17 giugno A ancorata al largo di St. Thomas, Isole Vergini americane, dal 2 al 6 luglio.

3 luglio, Capt. Edward W. Clexton, Jr., sollevato il cap. James H. Mauldin come comandante dell'Eisenhower.

23 luglio, il Dwight D. Eisenhower è tornato alla Naval Station Norfolk dopo aver condotto la fase di addestramento di tipo I, II e READEX 2-81 nel portoricano op. La zona.

Il 20 agosto, la USS Dwight D. Eisenhower è partita dal porto di origine per partecipare a Magic Sword, Ocean Venture e Ocean Safari, annunciate collettivamente come le più grandi esercitazioni marittime congiunte della NATO in 25 anni. Durante la fase IV della Ocean Venture, l'Eisenhower si oppose alle forze canadesi e della guardia costiera, e poi intraprese una "guerra tra portaerei e portaerei" contro la sua controparte, la USS Forrestal (CV 59). Il CVN 69 completò Magic Sword North lanciando attacchi simulati in Norvegia per supportare le forze alleate che effettuavano atterraggi anfibi, dopo di che si incontrò con un'enorme forza combinata di 19.000 uomini, 60 navi e 280 aerei per Ocean Safari.

18 settembre, l'Ike è ancorato al largo della costa di Lisbona, in Portogallo, per una visita di quattro giorni al porto. Ancorato al largo di Portsmouth, in Inghilterra, dal 24-29 settembre, è tornato a Norfolk il 7 ottobre.

28 ottobre, il Dwight D. Eisenhower è partito dal porto di origine per una fase III di addestramento di quattro settimane e valutazione della prontezza operativa (ORE) nell'op. Area Inport Brdgetown, Barbados, dal 12 al 16 novembre.

5 gennaio 1982 La USS Dwight D. Eisenhower partì da Norfolk per il suo terzo dispiegamento.

17 gennaio, l'Eisenhower è ancorato nel porto di Tangeri, in Marocco, per una visita di tre giorni per condurre un giro d'affari con la USS Nimitz (CVN 68). Entrambi i gruppi di battaglia delle portaerei hanno quindi partecipato con la USS John F. Kennedy (CV 67) BG all'esercitazione multi-minaccia National Week XXXI, 20-30 gennaio.

30 gennaio, la USS Dwight D. Eisenhower è ancorata al largo di Napoli, Italia, per un periodo di sosta di due settimane Ancorata nel porto di Tangeri dal 22 al 28 febbraio. Ha partecipato all'esercitazione Sardegna dall'1 all'8 marzo.

15 marzo, il Dwight D. Eisenhower si è fermato ad Haifa, in Israele, per uno scalo di quattro giorni al largo di Atene, in Grecia, dal 24 al 31 marzo.

31 marzo, Cmd. Donald L. McCrory ha sollevato il capitano Thomas S. Treanor come CO del Carrier Air Wing (CVW) 7.

2 aprile, Un C1A "Mamie" si schiantò poco dopo il 1614, durante il volo logistico per l'attività di supporto navale nella baia di Souda, a Creta. Soffitti bassi e scarsa visibilità hanno ostacolato i soccorritori, che alla fine hanno scoperto il relitto disseminato sul lato nord-est di una montagna di 1.400 piedi a circa quattro miglia dal faro di navigazione di Souda Bay. Morirono undici uomini, compresi i piloti Cmdr. Richard W. Beiser e il tenente Cmdr. Bruce L. Cook.

Dal 10 al 12 aprile, l'Eisenhower ha condotto un ancoraggio di addestramento nella baia di Souda, a Creta Inport Alessandria, in Egitto, dal 14 al 18 aprile.

Il 26 aprile, la USS Dwight D. Eisenhower ha ancorato al largo di Napoli, Italia, per una visita di sei giorni, partecipando all'esercitazione Distant Drum, nel Mar Tireno, dal 2 al 16 maggio. Ancorata al largo di Napoli per il periodo di manutenzione dal 17 al 31 maggio.

L'11 giugno il CVN 69 è ancorato al largo di Monte-Carlo per una visita di quattro giorni alla minuscola Principialità di Monaco.

Dal 15 al 27 giugno, il Dwight D. Eisenhower ha condotto operazioni nel Mar Mediterraneo orientale ed è stato coinvolto nell'evacuazione del Libano il 24 giugno. Ancorato al largo di Palma di Maiorca, in Spagna, dal 30 giugno al 3 luglio.

13 luglio, USS Dwight D. Eisenhower è tornato a Norfolk dopo più di sei mesi di dispiegamento nel Mediterraneo.

16 agosto, il Dwight D. Eisenhower è entrato nel cantiere navale di Norfolk per due mesi e mezzo di Selected Restricted Availability (SRA).

26 novembre, l'Ike partì dal porto di origine per un training di aggiornamento di due settimane nella baia di Guantanamo op. La zona.

Il 7 gennaio 1983 la USS Dwight D. Eisenhower partì dalla Naval Station Norfolk per la fase I di addestramento di tipo nell'op. La zona.

25 gennaio, l'Eisenhower è ancorato al largo della costa di Ft. Lauderdale, in Florida, per una visita di quattro giorni in porto e per imbarcare 200 "Tigri" maschi tornarono a Norfolk il 5 febbraio.

24 febbraio, il Dwight D. Eisenhower è nuovamente in corso per un altro round di Type Training al largo di Porto Rico Inport St. John, Antigua, prima di condurre Type Training Phase III e ORE, dall'8 al 12 marzo.

Marzo ?, Durante il rifornimento a caldo di due Tomcat dal VF-142 vicino alla linea di foul di dritta, l'ala di dritta di un Viking del VS-31 ha colpito uno degli F-14A, strappando la sua sonda dall'S-3A.Il carburante iniziò immediatamente a fluire dal Tomcat sull'affollato ponte di volo, diffondendosi rapidamente sotto gli aerei con i motori in funzione e i missili attivi attaccati. L'ADC Raymond L. Goodwin, il supervisore della linea VF-142, vedendo in atto un potenziale disastro, ha immediatamente diretto un trattore verso l'aereo colpito. Salendo in cima, fermò il flusso di carburante mentre il liquido volatile cadeva su di lui. La reazione rapida e spontanea del capo Goodwin ha impedito quello che sarebbe sicuramente scoppiato in un incendio catastrofico, regalando alla nave momenti preziosi mentre la squadra di crash e salvataggio rispondeva.

17 marzo, Un F-14A da VF-143, pilotato dal tenente William G. Welch e dal tenente j.g. Wolfgang E. Thiel, e un F-14A del VF-142, pilotato dal tenente Cmdr. Kenneth W. Pritchard e Ens. Daniel P. Hummel, si è schiantato e si è schiantato in mare, mentre la nave stava conducendo la Fase III di addestramento di tipo al largo di Porto Rico. Un SH-3D di HS-5 ha recuperato Welch e Thiel, ma Pritchard e Hummel sono morti durante l'espulsione. Durante la stessa esercitazione, un F-14A, assegnato al Fighter Squadron (VF) 142, ha subito un guasto idraulico, ha preso fuoco e si è schiantato in mare. Comandante John M. Sumnick, CO di VF-142, e il tenente j.g. Christopher U. Browne sono stati recuperati con lievi ferite.

27 aprile, USS Dwight D. Eisenhower partì dalla Naval Station Norfolk per il suo quarto grande spiegamento.

Dal 29 al 30 aprile, l'Eisenhower ha partecipato all'esercitazione Solid Shield dopo aver completato il Refresher Training (REFTRA) per Carrier Air Wing (CVW) 7, al largo della costa della Virginia.

9 maggio, la USS Dwight D. Eisenhower ha sostituito la USS Nimitz (CVN 68) come nave ammiraglia per il comandante, Battle Force, 6a flotta degli Stati Uniti, nel Mar Mediterraneo ancorata al largo di Napoli, in Italia, dall'11 al 15 maggio.

13 maggio, l'ammiraglio posteriore Jerry O. Tuttle ha sostituito l'ammiraglio posteriore Edward H. Martin come comandante della Task Force 60 durante una cerimonia di cambio di comando a bordo dell'Eisenhower.

Il 30 maggio, la USS Dwight D. Eisenhower è arrivata a Taranto, Italia, per uno scalo di quattro giorni dopo aver partecipato all'esercitazione Distant Drum, con forze britanniche, canadesi, francesi, italiane e turche, dal 16 al 27 maggio Inport Athens, Grecia, per la manutenzione dal 18 al 28 giugno.

25 giugno, Cmdr. Joseph W. Prueher ha sollevato il capitano Donald L. McCrory come comandante del CVW-7.

9 luglio, il Dwight D. Eisenhower è partito dal porto di Napoli dopo una visita in libertà di otto giorni per operazioni a doppio vettore con la USS Coral Sea (CV 43) nel Mediterraneo centrale e occidentale Inport Livorno, Italia, dal 16 al 20 luglio.

Dopo aver operato nel Mediterraneo centrale e orientale solo per un paio di giorni, l'Eisenhower ricevette l'ordine di accelerare per il Golfo della Sidra a causa delle crescenti tensioni con la Libia.

Dal 15 al 26 agosto, la Eisenhower ha partecipato all'esercitazione Bright Star '83 con l'USAF e le forze egiziane, mettendo i suoi aerei contro i MiG egiziani e i suoi Tomcats intercettando tre Boeing B-52H Stratofortress che volavano da Minot AFB, North Dakota, al Cairo, Egitto, (simulazione bombardieri sovietici) 1.050 nm dalla nave Arrivato al largo di Beirut il 26 agosto.

Il 3 settembre, il rappresentante tecnico William B. Hewitt di Texas Instruments, Inc., è stato trovato morto nel compartimento di stoccaggio n. 1-44-2-Q. La Marina non ha identificato una causa apparente dell'incidente.

Il 17 settembre, un Sea King dell'Helicopter Anti-Submarine Squadron (HS) 5 ha salvato un pilota dell'aeronautica libanese abbattuto dopo essere stato espulso dal suo aereo paralizzato al largo delle coste del Libano.

Dal 6 al 10 ottobre, il Dwight D. Eisenhower ha partecipato all'esercitazione Display Determination, nel Mar Egeo, con la Marina britannica e turca.

Il 21 ottobre, la USS Dwight D. Eisenhower ha ancorato al largo della costa di Napoli, in Italia, per la sua prima visita al porto dopo 93 giorni consecutivi in ​​mare. A quel punto la nave percorse 23.000 miglia e lanciò 5.400 sortite.

23 ottobre, Un attentatore suicida identificato con il Movimento rivoluzionario islamico libero, un gruppo affiliato a Hezbollah, ha guidato un camion Mercedes da cinque tonnellate carico di esplosivo, intorno alle 0620 di domenica, nella caserma dei marine a Beirut, in Libano, uccidendo 241 marine e marinai assegnati a il 1 ° Battaglione, 8 ° Reggimento, 2 ° Divisione Marine. Un secondo attentatore ha guidato un veicolo nella vicina caserma francese, uccidendo 56 paracadutisti. Durante questa crisi l'Ike si preparò a salpare con 12 ore di preavviso. Il 25, la Marina degli Stati Uniti ordinò alla USS Dwight D. Eisenhower di prendere velocità per il Mediterraneo orientale e la nave emise un richiamo di emergenza di tutte le mani, distaccandosi da Napoli la mattina presto.

Dal 1 al 20 novembre, l'Eisenhower, insieme alla USS John F. Kennedy (CV 67) e alla USS Independence (CV 62), ha operato al largo delle coste del Libano.

2 dicembre, USS Dwight D. Eisenhower è tornato alla Naval Station Norfolk dopo un dispiegamento di sette mesi.

17 aprile 1984 Il Dwight D. Eisenhower partì dal Newport News Shipyard per tre giorni in corso per condurre prove in mare, a seguito di una Selected Restricted Availability (SRA) di quattro mesi in corso per l'addestramento di aggiornamento (REFTRA) nel portoricano op. Zona l'8 maggio.

28 maggio, la USS Dwight D. Eisenhower è ancorata al largo della costa di Lisbona, in Portogallo, per una visita di due giorni al porto. Ancorata al largo di Portsmouth, in Inghilterra, dall'1 al 5 giugno.

Dal 6 al 7 giugno, l'Ike ha navigato al largo della costa della Normandia, in Francia, per partecipare alla commemorazione del 40 ° anniversario dello sbarco in Normandia della seconda guerra mondiale a Inport Brest, in Francia, dal 9 al 14 giugno. Tornato a casa il 20 giugno.

26 giugno, il Dwight D. Eisenhower è partito dalla Naval Station Norfolk per le qualifiche del vettore FRS.

6 luglio, il capitano Richard C. Macke ha sollevato il capitano Edward W. Clexton, Jr., come comandante del CVN 69.

Dal 10 al 19 luglio, l'Eisenhower ha condotto la fase 1A dell'addestramento di aggiornamento nell'area operativa di Jacksonville In corso per la crociera del giorno del dipendente il 20 luglio In corso per la fase 1B dell'addestramento di aggiornamento, nel portoricano Op. Area, il 9 agosto Inport St. Thomas dal 17 al 22 agosto.

Dal 22 al 25 agosto, l'Ike ha condotto l'addestramento di aggiornamento della fase II Ha partecipato all'esercizio di tiro con arpioni MSR dal 26 al 30 agosto Condotto ORE dal 31 agosto al 4 settembre Tornato a casa il settembre? L'emergenza è stata risolta per sfuggire alla tempesta tropicale Gustav e all'uragano Fran il 12 settembre.

10 ottobre, USS Dwight D. Eisenhower partì dalla Naval Station Norfolk per il suo quarto dispiegamento nel Mediterraneo, il quinto in assoluto.

12 ottobre, AD3 Charles D. Elliott, assegnato all'Attack Squadron (VA) 66, si perde in mare dopo che un'onda di 20 piedi lo ha travolto in mare.

Dal 26 al 27 ottobre, l'Eisenhower ha effettuato un avvicendamento con la USS America (CV 66) nella baia di Augusta, in Sicilia. Ha condotto operazioni nel Mediterraneo orientale dal 1 al 20 novembre. Ha partecipato a un'esercitazione congiunta di difesa aerea Se Wind, con le forze egiziane, da 5-7 novembre Ancorato al largo di Atene, in Grecia, dal 21 al 25 novembre.

Il 2 dicembre, la USS Dwight D. Eisenhower è arrivata ad Haifa, in Israele, per uno scalo di nove giorni, ancorata nel porto di Napoli per il periodo di manutenzione dal 21 dicembre al 2 gennaio.

Dal 26 al 31 gennaio 1985, il Dwight D. Eisenhower ha partecipato a Med-1-85, National Week XXXIII e Dasix, esercitazioni multinazionali che "hanno attraversato l'intero Mediterraneo e tutte le aree di guerra" operando con un gran numero di navi e aerei della NATO, inclusa la USS Independence (CV 62).

Il 1 febbraio, CVN 69 è arrivato a Tolone, in Francia, per una visita in porto di nove giorni. Cinque Tomcat sono volati a terra verso Orange-Caritat AB per esercitazioni con gli squadroni 1/5, 2/5 e 3/5 dell'aeronautica francese, equipaggiati con F-1B/C Mirage ancorati al largo di Napoli, Italia, per la manutenzione da febbraio 18-25.

7 marzo, l'emergenza Eisenhower è partita da Palma di Maiorca, in Spagna, dopo una visita portuale di sei giorni, in risposta al compito nazionale dovuto alle crescenti tensioni derivanti dalla guerra civile libanese. HS-5 ha inviato un SH-3D per operare per 14 giorni dalla USS Mississippi (CGN 40) e dalla USS Spruance (DD 963) nel Mediterraneo orientale, per prepararsi alla potenziale evacuazione dei civili statunitensi dal paese devastato prima di tornare al vettore.

14 aprile, Un A-7E, assegnato all'Attack Squadron (VA) 66, ha subito un guasto al motore e si è schiantato nel Mediterraneo orientale. Il tenente Kevin J. Rooney è stato espulso in sicurezza.

15 aprile, la USS Dwight D. Eisenhower è ancorata al largo di Napoli per uno scalo portuale di cinque giorni Turnover con la USS Nimitz (CVN 68) nella baia di Augusta, in Sicilia, dal 21 al 23 aprile. costa delle Bermuda, per sbarcare il comandante, gruppo di portaerei OTTO Stato maggiore e per raccogliere "Tigri", il 5 maggio.

8 maggio, USS Dwight D. Eisenhower è tornato a Norfolk dopo un dispiegamento di sei mesi.

8 luglio, l'Eisenhower partì dal porto di origine per CQ con il CVW-7 e il TRACOM mentre era in viaggio per Jacksonville op. Area Ha partecipato a READIEX 2-85 con la USS Saratoga (CV 60) e diverse unità di superficie e sottomarine dal 17 al 21 luglio Inport Bridgetown, Barbados, dal 23 al 27 luglio.

Dal 27 luglio al 4 agosto, il Dwight D. Eisenhower ha condotto la formazione nel Panama op. Area ancorata al largo di Montego Bay, Giamaica, dal 5 al 9 agosto Ha condotto operazioni al largo della costa orientale del Guatemala e dell'Honduras, dopo le crescenti tensioni derivanti dai combattimenti contro i ribelli marxisti nella regione, a metà agosto. Tornato a casa il 22 agosto.

Dal 9 al 19 settembre, l'Eisenhower ha condotto le qualifiche del vettore con la Reserve Carrier Air Wing (CVWR) 20, al largo della costa della Virginia In corso per la crociera del giorno del dipendente il 21 settembre. Spostato "dead-stick" al cantiere navale di Norfolk, per evitare l'uragano Gloria, il 27 settembre In corso per l'esercitazione Ocean Safari di ottobre ?.

Il 26 ottobre, la USS Dwight D. Eisenhower è entrata nella Newport News Shipbuilding e nella Drydock Co. per una revisione complessa (COH).

18 ottobre 1986 Il cap. Gary L. Beck ha sollevato il cap. Richard C. Macke come comandante del Dwight D. Eisenhower.

Il 26 aprile 1987 la USS Dwight D. Eisenhower tornò alla Naval Station Norfolk dopo aver completato una complessa revisione a Newport News, durante la quale circa 1.100 membri dell'equipaggio vivevano a bordo della nave attracco General William O. Darby (IX-510), oltre a 300 di servizio guardiani della sezione che vivevano a bordo ogni notte. Il periodo di cantiere di 18 mesi includeva l'aggiunta del sistema di armi Close-in, del sistema missilistico NATO Sea Sparrow, del sistema di dati tattici della marina, del modulo di guerra antisommergibile, aggiornamenti delle comunicazioni e riabilitazione di 1.831 posti barca in 25 compartimenti.

15 giugno, l'Ike è partito dal porto di partenza per una crociera Shakedown di cinque settimane nell'area operativa della baia di Guantanamo, ancorata al largo del porto di La Guaira, in Venezuela, per una visita di buona volontà a Caracas dall'8 al 12 luglio, in corso per l'addestramento di aggiornamento il 14 agosto.

20 agosto, USS Dwight D. Eisenhower ha registrato il suo 100.000° sbarco arrestato, mentre era in corso in Virginia Capes op. La zona.

Dal 28 agosto al 5 settembre, l'Eisenhower era in corso per le qualifiche del vettore (CQ) In corso per la crociera del giorno del dipendente il 6 settembre In corso di nuovo per il CQ dal 29 settembre al 3 ottobre.

Dal 20 al 30 ottobre, il Dwight D. Eisenhower ha operato al largo della costa della Virginia per le qualifiche del vettore in fase avanzata. Ancorato al largo della costa di Charlotte Amalie a St. Thomas, VI, dal 4 all'8 novembre. Tornato a casa il 23 novembre. di nuovo il 1 dicembre.

4 dicembre, l'Eisenhower è arrivato a Montego Bay, in Giamaica, per uno scalo portuale di tre giorni. Tornato a Norfolk il 10 dicembre In corso nella Virginia Capes op. Zona dall'11 al 16 dicembre.

L'11 gennaio 1988 la USS Dwight D. Eisenhower ha lasciato il porto di origine per un periodo di due settimane, per condurre CQ e FLEETEX 1-88, nel portoricano op. La zona.

29 febbraio, USS Dwight D. Eisenhower partì dalla Naval Station Norfolk per un dispiegamento programmato nel Mediterraneo.

15 marzo, La Eisenhower ancorata al largo di Cagliari, Sardegna, per un giro d'affari con la USS Coral Sea (CV 43) Ancorata al largo di Palma di Maiorca, Spagna, dal 18 al 25 marzo Ancorata al largo di Tolone, Francia, dal 29 marzo ad aprile 4.

11 aprile, USS Dwight D. Eisenhower ancorata al largo della costa di Marsiglia, Francia, per una visita di una settimana al porto libert Ancorata al largo della baia di Augusta, in Sicilia, per l'addestramento dal 21 al 22 aprile Ancorata al largo di Cannes, in Francia, da aprile 24-30.

Dal 2 al 15 maggio, il Dwight D. Eisenhower ha partecipato a tutte e tre le fasi dell'esercitazione Dragon Hammer nei mari Egeo, Tirreno e Ionio Ancorato di nuovo nella baia di Augusta dal 16 al 19 maggio Ancorato al largo di Antalya, in Turchia, dal 23 al 27 maggio.

Dal 30 maggio al 3 giugno, il Dwight D. Eisenhower ha partecipato a un'esercitazione multi-forza Poopdeck, nel Mediterraneo orientale Ancorato al largo di Palma di Maiorca, in Spagna, per una visita al porto della libertà dal 19 al 29 giugno Ha partecipato all'esercizio Optimize '88, con varie unità navali e aeree della NATO, dal 20 al 24 giugno.

27 giugno, USS Dwight D. Eisenhower ancorata al largo della costa di Napoli, Italia, per un mantenimento di otto giorni Ancorata al largo di Haifa, Israele, prima di partecipare a un'esercitazione combinata Juniper Falconry, dal 10 all'11 luglio Ancorata al largo di Haifa dal 15 luglio -17.

26 luglio, il Dwight D. Eisenhower è arrivato a Livorno, Italia, per una visita portuale di una settimana Ancorato al largo di Cannes, Francia, dall'8 al 15 agosto Giro d'affari condotto con il John F. Kennedy (CV 67) il 16 agosto Imbarcato diverse centinaia di "Tigri" maschi al largo delle Bermuda il 27 agosto.

29 agosto, USS Dwight D. Eisenhower è tornato a Norfolk dopo un dispiegamento di sei mesi. Mentre entrava in Hampton Roads alle 08:20, l'Ike si scontrò con la portarinfuse spagnola di 897 piedi Urdulitz. La nave spagnola era ancorata all'ormeggio Z, Anchorage A, adiacente all'Entry Reach Channel, in attesa di accedere ai moli di carico del carbone a Lamberts Point, Norfolk. L'incidente ha provocato un danno stimato di $ 2 milioni alla portaerei.

27 settembre, Capitano Giuseppe. J. Dantone ha sostituito il capitano Gary L. Beck come sesto comandante del CVN 69.

Il 3 ottobre, la USS Dwight D. Eisenhower è entrata nel cantiere navale di Norfolk per una Selected Restricted Availability (SRA) di cinque mesi.

13 marzo 1989 L'Eisenhower tornò alla Naval Station Norfolk dopo quattro giorni di prove in mare. Durante l'SRA a NNSY, sono stati necessari ulteriori lavori per riparare l'ascensore per aerei n. 2 risultante dalla collisione con Urdulitz. La nave ha anche acquisito la capacità di operare F/A-18 Hornets in corso per Carrier Qualifications (CQ), al largo della costa della Virginia, dal 20 al 2 marzo?.

Dal 17 al 28 aprile, l'Ike ha condotto operazioni di cottura a vapore indipendenti, fungendo da piattaforma di prova per F-14A-plus. I Fighter Squadron (VF) 142 e 143 sono i primi a passare al nuovo velivolo.

Dal 4 al 19 maggio, la USS Dwight D. Eisenhower ha partecipato a un'esercitazione congiunta Solid Shield '89, mentre era in corso nel Cherry Point op. Area in corso per le qualifiche del vettore di flotta dal 14 al 20 luglio In corso per CQ con il CVWR-20 dal 24 luglio al 3 agosto In corso per una crociera di un giorno con amici e familiari il 5 agosto In corso per l'addestramento di aggiornamento (REFTRA), in Virginia Capes Op . Area, il 18 settembre.

6 ottobre, l'Ike partì da Norfolk per l'addestramento di fase avanzata nel Cherry Point op. Area Ancorata al largo della costa di Port Everglades, in Florida, per una visita liberty a Ft. Lauderdale dal 20 al 23 ottobre.

31 ottobre, un'onda anomala ha colpito l'ascensore n. 2, mentre l'Eisenhower era in navigazione a circa 90 miglia a sud-est di Cape Hatteras, N.C., lavando tre marinai, 38 missili aria-aria e due trasporti di munizioni sul tabellone. AN Carroll A. Washington e AO2 Dave Walker sono stati salvati da un elicottero SH-3H SAR da HS-5, un'ora dopo. AOAN Craig A. Harris si è perso in mare.

15 gennaio 1990 USS Dwight D. Eisenhower partì dal porto di origine per CQ nei Virginia Capes op. La zona. Dopo una visita al porto di Ft. Lauderdale dal 23 al 25 gennaio, il vettore ha partecipato a un'esercitazione della flotta di due settimane (FLEETEX) 1-90 nell'op. La zona.

8 marzo, USS Dwight D. Eisenhower partì da Norfolk per il suo settimo grande spiegamento.

Dal 20 al 27 marzo, l'Eisenhower ha partecipato all'esercitazione National Week 90B, con l'USS Forrestal (CV 59) Battle Group ancorato ad Augusta Bay, in Sicilia, per il turnover dal 28 al 29 marzo.

31 marzo, Un F/A-18A, assegnato allo Strike Fighter Squadron (VFA) 136, subì un "catastrofico" guasto al motore sinistro seguito dalla perdita dei comandi di volo e si schiantò in acqua, intorno alle 16:10, durante le operazioni di routine nel Mediterraneo occidentale. tenente comandante William J. Henderson è stato salvato in 10 minuti.

Il 2 aprile, la USS Dwight D. Eisenhower è arrivata a Tolone, in Francia, per uno scalo di otto giorni. Ha partecipato a un'esercitazione congiunta Distant Thunder 90-1, con le forze navali britanniche e turche, dal 14 al 21 aprile.

22 aprile, la portaerei a propulsione nucleare è ancorata al largo di Haifa, Israele, per una visita di una settimana al porto della libertà. Ha partecipato all'esercitazione Dragon Hammer, consistente in operazioni combinate, difesa aerea coordinata e addestramento marittimo e anfibio, dal 29 aprile - 15 maggio.

18 maggio, l'Eisenhower è ancorato al largo della costa di Cannes, in Francia, per una visita di una settimana al porto della libertà in concomitanza con l'International Film Festival. Ha schierato 4 calabroni F/A-18A all'aeroporto di Sidi Ahmed, in Tunisia, per condurre un diverso addestramento al combattimento aereo , dal 20 al 24 maggio.

Dal 2 al 6 giugno, la USS Dwight D. Eisenhower ha preso parte a Journey to Victory, una commemorazione dello sbarco alleato in Normandia, ancorata al largo di Portsmouth, in Inghilterra, dal 6 all'11 giugno.

15 giugno, l'Ike è ancorata al largo di Palma di Maiorca, in Spagna, per una visita di una settimana al porto liberty Inport Marsiglia, in Francia, dal 25 al 29 giugno Ancorata al largo di Monaco dal 2 al 6 luglio Ancorata al largo di Cannes, in Francia, da luglio 12-20 Ancorato al largo di Napoli, Italia, dal 27 luglio al 2 agosto Ha transitato il Canale di Suez in direzione sud l'8 agosto.

Dal 9 al 23 agosto, il Dwight D. Eisenhower ha sostenuto l'operazione Desert Shield, fungendo da forza d'attacco pronta nel caso in cui l'Iraq invadesse l'Arabia Saudita e ha anche partecipato alle operazioni di intercettazione marittima a sostegno di un embargo delle Nazioni Unite contro l'Iraq. Saratoga (CV 60), durante la navigazione nel Mar Rosso, il 23 agosto.

1 settembre, l'Eisenhower ha ancorato di nuovo ad Augusta Bay, in Sicilia, per condurre il turnover con l'USS John F. Kennedy (CV 67).

12 settembre, USS Dwight D. Eisenhower è tornato alla Naval Station Norfolk dopo un dispiegamento di sei mesi nelle aree di responsabilità della 5a e 6a flotta degli Stati Uniti (AoR).

28 settembre, Capt. William V. Cross sollevato Capt. Joseph. J. Dantone, Jr., come CO della Eisenhower durante una cerimonia di cambio di comando a bordo della nave.

12 ottobre, il Dwight D. Eisenhower ha lasciato il porto di partenza per una settimana in corso per condurre la flotta CQ, al largo della costa della Virginia. È entrato nel cantiere navale navale di Norfolk, per una disponibilità limitata selezionata (SRA) di quattro mesi, il 19 ottobre.

18 marzo 1991 L'Eisenhower lasciò il porto di partenza per un viaggio di 10 giorni, nei Virginia Capes e Cherry Point Op. Aree, per condurre un corso di aggiornamento in corso per TRACOM-CQ, nel Jacksonville op. Zona, il 15 aprile.

Il 19 aprile, la USS Dwight D. Eisenhower si fermò a Port Everglades, in Florida, per una visita libera di tre giorni. Più di 50.000 persone hanno visitato la nave durante il fine settimana "Open house" Sono tornate alla Naval Station Norfolk il 2 aprile? Al via le qualifiche per i vettori di flotta dal 15 al 22 maggio.

3 giugno, l'Eisenhower è partito dall'homeport per l'addestramento di fase avanzata nell'area operativa portoricana per la visita al porto di St.Thomas, V.I., dal 14 al 18 giugno Tornato a casa a fine giugno In viaggio per la flotta CQ al largo della costa della Virginia dal 5 luglio?.

23 luglio, il Dwight D. Eisenhower partì da Norfolk per partecipare a FLEETEX 4-91, nel portoricano op. Area Tornato a casa ad agosto ? In corso per la formazione CQ e l'esame di salvaguardia del reattore operativo (ORSE), nel Key West op. Area, dal 16 al 2 agosto? In corso per una crociera del giorno dei dipendenti il ​​31 agosto.

26 settembre, USS Dwight D. Eisenhower partì da Norfolk per un dispiegamento programmato nel Golfo Persico.

13 ottobre, tenente comandante Joe F. Edwards, Jr., e il tenente j.g. Scott C. Grundmeier ha fatto atterrare un F-14B storpio, assegnato al Fighter Squadron (VF) 142, dopo che un radome ha lasciato l'aereo in volo, danneggiando il parabrezza e frantumando la parte anteriore del tettuccio. Edwards ha subito lacerazioni facciali e ha riportato la frattura della clavicola. È stato evacuato all'ospedale internazionale di Manama, in Bahrain, per un intervento chirurgico agli occhi.

13 ottobre, il Dwight D. Eisenhower BG ha attraversato il Canale di Suez in direzione sud. Ha soccorso la USS Abraham Lincoln (CVN 72) nel Mar Rosso il 17 ottobre. Ha transitato lo Stretto di Hormuz in direzione nord il 31 ottobre.

Il 9 novembre, la USS Dwight D. Eisenhower è ancorata al largo della costa di Dubai, Emirati Arabi Uniti, per una visita di quattro giorni al porto libert. Ancorata al largo di Dubai dal 27 novembre al 4 dicembre e dal 22 dicembre al 2 gennaio.

Dal 3 al 13 gennaio 1992, l'Eisenhower ha partecipato a un'esercitazione navale congiunta statunitense e saudita Red Reef III, nel Golfo di Oman e nel Mar Arabico settentrionale. Cinque F-14B schierati a Shaikh Isa, in Bahrain, per partecipare a un'esercitazione aerea congiunta Freccia al neon dal 20 al 26 gennaio.

21 gennaio, CVN 69 ancorato al largo della costa di Dubai, Emirati Arabi Uniti, per una visita di cinque giorni al porto della libertà Ha partecipato a un'esercitazione di sciopero congiunto Eager Archer con i kuwaitiani alla fine di gennaio Ha transitato lo Stretto di Hormuz in direzione sud il 4 febbraio Ha partecipato all'esercitazione Beacon Flash, nel Mar Arabico settentrionale, dall'8 al 13 febbraio.

Il 20 febbraio, la USS Dwight D. Eisenhower si fermò a Jedah, in Arabia Saudita, per uno scalo di tre giorni dopo aver preso parte a esercitazioni congiunte Indigo Anvil e South Thunder, nel Mar Rosso centro-meridionale, lanciando attacchi contro le forze saudite che difendevano Bisha, Khamis Mushait e Taif hanno condotto un giro d'affari con la USS America (CV 66) il 26 febbraio. Il 27 febbraio è transitato il Canale di Suez in direzione nord.

Il 1 marzo, la USS Dwight D. Eisenhower è ancorata al largo di Palma di Maiorca, in Spagna, per una visita di cinque giorni al porto della libertà.

Dal 10 al 21 marzo, l'Ike ha partecipato all'esercitazione NATO Teamwork '92 al largo della costa scozzese, che ha posticipato di una settimana il suo ritorno a casa programmato, ma ha permesso alla USS Saratoga (CV 60) di tornare a casa prima.

2 aprile, USS Dwight D. Eisenhower è tornato alla Naval Station Norfolk dopo una crociera Tiger di due giorni dalle Bermuda, completando lo spiegamento di sei mesi.

17 giugno, l'Eisenhower lasciò il porto di origine per due settimane in corso per dirigere CQ con CVW-7 e TRACOM, nei Virginia Capes e Cherry Point Op. Aree in corso per i preparativi per l'esame di salvaguardia del reattore operativo (ORSE) dal 20 al 24 luglio In corso per Fleet/TRACOM CQ e ORSE, nei Virginia Capes e Jacksonville op. Area, il 5 agosto.

15 agosto, il Dwight D. Eisenhower è arrivato a Port Everglades, in Florida, per uno scalo di quattro giorni. È tornato a Norfolk il 2 agosto? Di nuovo in viaggio per Fleet CQ, al largo della Virginia, il 10 settembre Dopo aver effettuato lo scarico di munizioni con la USS Suribachi (AE 34), è tornato a casa il 22 settembre In corso per CVW-7, CVWR-20 e Training Command (TRACOM) CQ dal 4 al 20 novembre.

Il 6 gennaio 1993 la USS Dwight D. Eisenhower è entrata nel cantiere navale di Norfolk per un Drydocking Selected Restricted Availability (DSRA).

20 marzo, il capitano Alan M. Gemmill sostituì il capitano William V. Cross come comandante del CVN 69.

21 aprile, il Dwight D. Eisenhower sganciato e ormeggiato al molo 5 del cantiere navale navale di Norfolk, è tornato alla stazione navale di Norfolk il 12 novembre In corso per le prove in mare dal 6 al 9 dicembre.

10 dicembre, l'Eisenhower è partito dall'homeport per la certificazione del ponte di volo, il Cooperative Engagement Capabilty Testing (CECT) e il CQ con il CVW-3 è tornato a casa il 20 dicembre.

18 gennaio 1994 USS Dwight D. Eisenhower partì da Norfolk per prove in mare e TRACOM-CQ in corso per la disponibilità di addestramento della nave su misura (TSTA) II, nei Virginia Capes op. Area, dal 12 al 22 febbraio In corso per il test di capacità di impegno cooperativo, nel Jacksonville op. Zona, il 15 marzo.

24 marzo, il Dwight D. Eisenhower è arrivato a Port Everglades, in Florida, per una visita al porto di cinque giorni e per imbarcare "Tigri". Tornato a casa il 3 marzo? In corso per Combat Systems Assessments e TSTA III/FEP dal 19-29 aprile In corso per Comprehensive Training Unit Exercise (COMPTUEX), Intermediate Training Assessment (ITA) e test CEC/TMD il 19 maggio.

1 giugno, il Dwight D. Eisenhower è arrivato a Ponce, Porto Rico, per una visita di tre giorni al porto Tornato a casa il 1 luglio In corso per TRACOM-CQ dal 18 al 27 luglio In corso nei Virginia Capes op. Zona dall'8 al 19 agosto.

Dall'8 al 12 settembre, la USS Dwight D. Eisenhower ha partecipato alla grande esercitazione della flotta JTFEX 95-1, al largo della costa della Virginia.

Il 14 settembre, la USS Dwight D. Eisenhower è partita per Port-au-Prince per guidare l'operazione Uphold Democracy, gli Stati Uniti - hanno guidato lo sforzo per ripristinare il governo democraticamente eletto di Haiti. La portaerei imbarcò quasi 2.000 soldati del XVIII Corpo aviotrasportato dell'esercito, comprese le truppe della 10a Divisione da montagna e della Joint Special Operations Task Force (inclusi SEAL e truppe del 16th USAF Special Operations Wing, il 75th Ranger Regiment dell'esercito, 3rd Special Forces Group , 1° Distaccamento Operativo Forze Speciali-Delta e 160° Reggimento Aviazione Operazioni Speciali).

14 settembre, Due F-14A Tomcat, assegnati al Fighter Squadron (VF) 32, si sono scontrati al largo della costa della Carolina del Nord, mentre conducevano una missione di addestramento di routine. Un aereo è atterrato in sicurezza a MCAS Cherry Point, l'altro (#161150) si è schiantato nell'Oceano Atlantico Pilot e RIO sono stati persi in mare.

20 ottobre, USS Dwight D. Eisenhower partì da Norfolk per un dispiegamento programmato nella 5a e 6a flotta degli Stati Uniti d'America. Questo dispiegamento ha segnato la prima volta che le donne si sono schierate come membri dell'equipaggio di un combattente della Marina degli Stati Uniti.

5 novembre, il turnover del conduttore di Eisenhower con la USS George Washington (CVN 73) nel Mar Mediterraneo è transitato nello Stretto di Hormuz in direzione nord il 12 novembre. Sono iniziate le sortite di combattimento a sostegno dell'Operazione Southern Watch il 15 novembre.

Il 20 novembre, la USS Dwight D. Eisenhower si fermò a Jebel Ali, negli Emirati Arabi Uniti, per una visita di due giorni al porto della libertà a Dubai. Attraversò il Canale di Suez in direzione nord il 13 dicembre. Entrata nel mare Adriatico a sostegno delle operazioni Deny Flight, Sharp Guard e Provide Promise il 15 dicembre Ancorato al largo di Cannes, Francia, dal 21 al 27 dicembre.

13 gennaio 1995 La portaerei di classe Nimitz è ancorata al largo di Trieste, in Italia, per una visita di cinque giorni al porto della libertà. Ancorata al largo di Napoli dal 24 al 30 gennaio.

Dal 6 febbraio al 17 marzo, l'Eisenhower ha condotto operazioni nel Mediterraneo orientale, inclusa la partecipazione all'esercizio Juniper Falconry III. Visita del porto ad Haifa, Israele, dal 16 al 22 febbraio e ad Antalya, in Turchia, dal 6 all'11 marzo.

18 marzo, la USS Dwight D. Eisenhower è ancorata al largo della costa di Rodi, in Grecia, per una visita di quattro giorni al porto della libertà. Ancorata al largo di Palma di Maiorca, in Spagna, dal 31 marzo al 4 aprile Ha transitato nello Stretto di Gibilterra il 5 aprile, dopo essere stata sollevata dalla USS Theodore Roosevelt (CVN 71).

14 aprile, USS Dwight D. Eisenhower tornò alla Naval Station Norfolk dopo un dispiegamento di sei mesi.

17 luglio, Il Dwight D. Eisenhower si è trasferito alla Newport News Shipbuilding and Dry Dock Company per una revisione complessa di 18 mesi (COH) È entrato nel bacino di carenaggio n. 11 l'11 ottobre.

22 settembre, il capitano Gregory C. Brown sostituì il capitano Alan M. Gemmill come nono comandante del CVN 69.

27 gennaio 1997 USS Diwght D. Eisenhower partì dal cantiere Newport News per prove in mare Rientrato alla Naval Station Norfolk il 29 gennaio In corso per la certificazione del ponte di volo dal 10-15 marzo In corso di nuovo dal 20 al 27 marzo In corso per TRACOM-CQ il 14 aprile .

1 aprile?, Il Dwight D. Eisenhower si fermò a Port Everglades, in Florida, per una visita programmata a Ft. Lauderdale è tornato a casa il 28 aprile In viaggio di nuovo dal 14 al 23 maggio In viaggio verso New York City, per partecipare alla celebrazione della Fleet Week, l'11 giugno.

26 giugno, la portaerei di classe Nimitz è tornata alla stazione navale di Norfolk in corso di nuovo dal 14 al 25 luglio In corso per l'esercitazione a vapore indipendente (ISE) e CQ il 13 agosto. È tornata a casa, dopo una crociera Tiger dalla stazione navale di Mayport, il 13 agosto. 27 In corso per l'esame di salvaguardia del reattore operativo (ORSE) e CQ dal 5 al 19 settembre.

3 novembre, il Dwight D. Eisenhower ha lasciato il porto di partenza per un periodo di due settimane in corso per condurre la disponibilità dell'addestramento della nave su misura (TSTA) I/II. Durante la visita a Nassau alle Bahamas, la nave è stata costretta a una sortita di emergenza con solo le sue sezioni di servizio presidiate, quindi ha eseguito un pericoloso dettaglio di navigazione mentre tornava durante l'oscurità.

Dal 9 al 18 dicembre, l'Eisenhower è stato avviato per il TSTA III e il periodo di valutazione finale (FEP).

8 febbraio 1998 Un F-18C Hornet di VFA-81 si è schiantato nell'Oceano Atlantico, vicino a Porto Rico, a seguito di un colpo di gatto freddo. tenente comandante Tom Halley si è espulso in sicurezza.

10 giugno, USS Dwight D. Eisenhower partì dalla Naval Station Norfolk per il suo decimo grande spiegamento.

26 agosto, Capt. H. D. Starling, II ha sollevato il capitano Gregory C. Brown come CO dell'Eisenhower.

16 settembre, Un F-18C Hornet del VFA-83 si è schiantato nel Mediterraneo occidentale, durante una prova di mitragliamento. Il pilota si è espulso in sicurezza.

Durante i primi quattro mesi di dispiegamento, l'Eisenhower era in corso nel mare Adriatico, a supporto dell'operazione Deliberate Forge, e nel Mediterraneo ha partecipato all'esercitazione Matador dal 21 al 27 luglio, all'esercitazione Fancy dal 23 al 27 settembre e all'esercitazione Dynamic Mix dal 5 al 13 ottobre Ha attraversato il Canale di Suez in direzione sud, a sostegno dell'Operazione Southern Watch, il 23 ottobre.

25 novembre, USS Enterprise (CVN 65) Battle Group ha sostituito la USS Dwight D. Eisenhower BG sulla stazione nel Golfo Persico.

10 dicembre, USS Dwight D. Eisenhower è tornato a Norfolk dopo un dispiegamento di sei mesi nella 5a e 6a flotta degli Stati Uniti d'America.

4 febbraio 1999 Il Dwight D. Eisenhower è entrato nel cantiere navale navale di Norfolk per una disponibilità incrementale pianificata (PIA) di quattro mesi.

Nel mese di luglio, la USS Dwight D. Eisenhower era in corso per l'addestramento della disponibilità della nave su misura (TSTA) I/II/FEP In corso per l'esercitazione dell'unità di addestramento completa (COMPTUEX) ad agosto ?.

Ottobre ?, La Eisenhower è ancorata al largo della costa di St. Thomas, nelle Isole Vergini americane, per una visita in porto programmata in corso per l'esercitazione della Joint Task Force (JTFEX) a dicembre.

18 febbraio 2000 La USS Dwight D. Eisenhower partì da Norfolk per una distribuzione programmata.

10 marzo, CVN 69 ancorato al largo di Trieste, Italia, per una visita di quattro giorni al porto di libertà. Partecipazione all'esercitazione Juniper Stallion dal 20 al 26 marzo Inport Souda Bay, Grecia, dal 30 marzo all'aprile ? Ancorato al largo di Haifa, Israele, dal 14 al 18 aprile.

21 aprile, USS Dwight D. Eisenhower ancorata al largo della costa di Corfù, in Grecia, per una visita di una settimana in libertà Inport Dubrovnik, Croazia, dal 1 al 6 maggio Ancorata al largo di Antalya, in Turchia, dal 12 al 17 maggio Transitato nel Canale di Suez in direzione sud , a sostegno dell'operazione Southern Watch, il 20 maggio.

31 maggio, il Dwight D. Eisenhower è ancorato al largo della costa di Sitrah, Bahrain, per uno scalo di quattro giorni a Manama.

Il 24 giugno, la USS Dwight D. Eisenhower si fermò a Jebel Ali, negli Emirati Arabi Uniti, per una visita in libertà di quattro giorni a Dubai Inport Jebel Ali di nuovo dal 15 al 19 luglio.

26 luglio, Un F-14B, assegnato al Fighter Squadron (VF) 11, si è schiantato poco dopo le 1000 nel deserto saudita. Un elicottero ha soccorso entrambi gli equipaggi e li ha portati a Taif AB, dove si sono ripresi in "buona salute".

28 luglio, il Dwight D. Eisenhower BG ha attraversato il Canale di Suez in direzione nord ancorato al largo della costa di Lisbona, in Portogallo, dal 4 all'8 agosto.

18 agosto, USS Dwight D. Eisenhower è tornato a Norfolk dopo una crociera Tiger di due giorni da Mayport, in Florida, dopo un dispiegamento di sei mesi nella 5a e 6a flotta degli Stati Uniti d'America. L'aereo di CVW-7 ha lanciato più di 7.700 sortite e ha lanciato 33.000 libbre di ordigni a sostegno dell'OSW, le prime armi da combattimento lanciate nella storia di Ike.

13 ottobre, il capitano Mark T. McNally ha sollevato il capitano H. Denby Starling come comandante dell'Eisenhower.

9 novembre, l'Eisenhower è tornato al porto di origine dopo sei giorni in corso per la certificazione del ponte di volo e lo scarico di munizioni con la USS Enterprise (CVN 65) e la USS Detroit (AOE 4) in corso per una crociera di un giorno tra amici e famiglie l'11 novembre In corso per FRS/TRACOM CQ il 30 novembre.

6 dicembre, Un S-3B, assegnato al Sea Control Squadron (VS) 32, si schiantò nell'Atlantico intorno al 1210 durante un controllo di volo, a circa 46 miglia al largo della costa della Florida. Tutti i membri dell'equipaggio sono stati soccorsi con lievi ferite.

11 dicembre, la USS Dwight D. Eisenhower è tornata alla Naval Station Norfolk in corso per TRACOM-CQ e Joint Shipboard Helicopter Integration Process (JSHIP) il 22 gennaio.

Il 7 febbraio 2001 la USS Dwight D. Eisenhower si fermò a Port Everglades, in Florida, per una visita programmata a Ft. Lauderdale.

21 febbraio, Un T-45A Goshawk, assegnato al Training Squadron (VT) 22, si è schiantato alle 17.30, circa 80 nm. da Mayport e a circa un miglio dall'Eisenhower, mentre svolgeva compiti di osservatore di sicurezza in rotta verso la nave dal NAS Jacksonville. Il capitano Justin Sanders e il tenente Gregory S. Fulco sono stati uccisi.

26 febbraio, il Dwight D. Eisenhower è tornato alla Naval Station Norfolk.

22 maggio, USS Dwight D. Eisenhower è entrato nella Northrop Grumman Newport News Shipbuilding per il suo primo e unico rifornimento in 50 anni di vita. Lo scopo del lavoro è valutato a circa 1,3 miliardi di dollari e include il rifornimento di entrambi i reattori della nave, oltre a significativi lavori di ammodernamento. I lavori includono un importante aggiornamento della casa sull'isola che coinvolgerà il cantiere navale che rimuove i due livelli superiori e li sostituisce. Questa azione è guidata dall'installazione di un nuovo albero dell'antenna che corre lungo l'isola e fornirà migliori capacità radar. Il cantiere sta inoltre integrando una nuova torre radar a bordo dell'Eisenhower. I lavori di manutenzione e riparazione saranno eseguiti sotto la linea di galleggiamento della nave per includere l'applicazione di un nuovo sistema di verniciatura. Inoltre, il cantiere sostituirà quasi 3.000 valvole e ne revisionerà altre 600 in vari sistemi navali.

15 dicembre 2002 La portaerei a propulsione nucleare si è spostata dal bacino di carenaggio 11 all'attracco n. 1 del cantiere navale di Newport News.

26 aprile 2003 Il capitano Charles E. Smith ha sollevato il capitano Mark T. McNally come dodicesimo comandante del CVN 69.

15 dicembre, il Dipartimento della Difesa ha annunciato di aver assegnato a Northrop Grumman una modifica al contratto per estendere la data di fine della revisione di altre 11 settimane al 6 novembre 2004. Ciò ha aumentato il costo totale della revisione da $ 1,36 miliardi a $ 1,49 miliardi .

Il 25 gennaio 2005 la USS Dwight D. Eisenhower è tornata alla Naval Station Norfolk.

5 aprile, l'Eisenhower ha completato con successo la certificazione del ponte di volo nell'Oceano Atlantico. Diciassette aerei di VFA-37, VFA-105, VS-31, VAW-121 e HS-5 hanno compiuto oltre 200 trappole.

Il 9 maggio, la USS Dwight D. Eisenhower è tornata all'homeport dopo aver completato un periodo di shakedown di dieci giorni in corso. Questa è stata la quarta volta che il vettore è stato avviato da quando ha completato la sua revisione quadriennale di mezza età a marzo In corso di nuovo il 1 maggio?.

25 maggio, la USS Dwight D. Eisenhower ha aperto il suo ponte di volo alla Marina francese durante l'esercitazione marittima multinazionale. MNME 05-1, che comprende più di 17.000 marinai provenienti da Canada, Francia, Gran Bretagna, Spagna e Stati Uniti, è un passo nella certificazione delle forze per la NATO Response Force (NRF).

1 settembre, Capt. James Cloyd sollevato Capt. Charles E. Smith come CO dell'Eisenhower durante la cerimonia del cambio di comando a bordo della nave.

Il 20 ottobre, CVN 69 è tornato alla Naval Station Norfolk dopo due giorni di prove in mare, dopo quattro mesi di disponibilità post shakedown (PSA) in corso per la certificazione del ponte di volo e CQ il 2 ottobre?.

Dal 3 al 6 novembre, la USS Dwight D. Eisenhower ha condotto il carico di munizioni con la USS Harry S. Truman (CVN 75) e la USNS Arctic (T-AOE 8) Tornata a casa il 7 novembre.

Il 10 novembre, il generale dell'aeronautica Lance L. Smith ha preso il comando dell'Allied Command Transformation (ACT) della NATO e del Joint Forces Command degli Stati Uniti (JFCOM) durante una cerimonia di assunzione a bordo dell'Eisenhower alla Naval Station Norfolk.

1 dicembre, la USS Dwight D. Eisenhower è partita da Norfolk per i Combat Systems Ship's Qualification Trials (CSSQT) e il Fleet Replacement Squadron (FRS) CQ ha lanciato con successo il nuovo missile RIM-116 Rolling Airframe (RAM) il 14 dicembre.

Dal 25 al 28 gennaio 2006, il Dwight D. Eisenhower ha condotto le Carrier Qualifications (CQ) per il Naval Air Training Command (TRACOM).

Il 10 marzo, la USS Dwight D. Eisenhower ha attraccato al molo 12 sulla Naval Station Norfolk dopo 25 giorni di navigazione per la disponibilità dell'addestramento della nave su misura e il periodo di valutazione finale (TSTA/FEP).

20 marzo, il Dwight D. Eisenhower è attualmente in corso nell'Oceano Atlantico in preparazione per un'ispezione e indagine (INSURV) In corso per la valutazione INSURV dal 29 al 30 marzo In corso per l'esercitazione dell'unità di addestramento composita (COMPTUEX) il 12 aprile.

24 aprile, la USS Dwight D. Eisenhower è ancorata al largo della costa di Port Everglades, in Florida. Lo scalo non è correlato alle attività della Fleet Week della comunità programmate per la settimana successiva Tornato a casa l'8 maggio In corso per TRACOM-CQ e Operational Reactor Safeguards Examination (ORSE) dall'1 al 2 giugno.

20 luglio, CVN 69 è recentemente partito dalla Naval Station Norfolk per partecipare all'esercitazione della Joint Task Force (JTFEX) 06-2 "Operation Bold Step" in corso per FRS-CQ a settembre ?.

3 ottobre, USS Dwight D. Eisenhower partì da Norfolk per un dispiegamento programmato a sostegno della guerra globale al terrorismo, la prima dopo più di sei anni.

14 ottobre, l'Eisenhower CSG è entrato nel Mar Mediterraneo dopo aver transitato nello Stretto di Gibilterra ancorato al largo di Napoli, Italia, dal 17 al 21 ottobre.

Il 25 ottobre, la USS Dwight D. Eisenhower ha recentemente ancorato al largo della costa di Limassol, Cipro, per uno scalo programmato.

7 novembre, il Dwight D. Eisenhower è attualmente in corso nel Mare Arabico del Nord a sostegno dell'operazione Enduring Freedom. Ha partecipato a un'esercitazione fotografica (PHOTOEX) con la USS Saipan (LHA 2) il 20 novembre.

L'11 dicembre, la USS Dwight D. Eisenhower, insieme alla USS Anzio (CG 68), transitò nello Stretto di Hormuz in direzione nord. Durante 33 giorni di operazioni nel Mar Arabico, l'aereo del CVW-7 ha volato per più di 4.000 ore e ha lanciato 680 sortite, fornendo supporto aereo ravvicinato e ricognizione alle truppe della International Security Assistance Force (ISAF) in Afghanistan.

22 dicembre, l'Eisenhower ha attraccato al Quay 9 nel porto di Jebel Ali, Emirati Arabi Uniti, per una visita in libertà di cinque giorni a Dubai.

8 gennaio 2007 USS Dwight D. Eisenhower si è recentemente unito alla USS Bunker Hill (CG 52), USS Anzio e USS Ashland (LSD 48) per supportare le operazioni di sicurezza marittima in corso al largo della costa della Somalia, nel tentativo di catturare i terroristi di al Qaeda che tentano fuggire dal paese.

7 febbraio, CVN 69 è attualmente in corso nel Mare Arabico del Nord a sostegno dell'OEF.

26 febbraio, l'Ike si è recentemente fermato a Jebel Ali, negli Emirati Arabi Uniti, per una visita al porto liberty di Dubai.

7 aprile, comandante Christopher Rankin ha sollevato la Cmdr. Gordon Smith come CO di VAQ-140 "Patriots", durante una cerimonia di cambio di comando aereo nel Golfo Persico.

16 aprile, il capitano Scott "Sterno" Stearney, comandante, Carrier Air Wing (CVW) 7 ha sollevato il comandante di Electronic Attack Squadron (VAQ) 140, Cmdr. Christopher Rankin, a causa di una "perdita di fiducia nella sua capacità di guidare il suo equipaggio e svolgere missioni essenziali". L'XO Cmdr. Timothy Murphy ha assunto il comando temporaneo.

4 maggio, il Dwight D. Eisenhower CSG ha attraversato il Canale di Suez in direzione nord ancorato al largo della costa di Lisbona, in Portogallo, dal 12 al 16 maggio.

23 maggio, la USS Dwight D. Eisenhower è tornata a Norfolk dopo quasi otto mesi di dispiegamento nella 5a e 6a flotta degli Stati Uniti d'America. Alla fine della crociera, CVW-7 aveva completato 10.397 atterraggi arrestati, volato per un totale di 31.273 ore di volo e speso più di 140 bombe a guida laser e munizioni da attacco diretto congiunto su numerosi obiettivi a sostegno delle forze di terra in Afghanistan e Iraq.

7 luglio, l'Ike è recentemente partito dall'homeport per il Fleet Replacement Squadron (FRS) CQ.

23 luglio, il capitano Scott Stearney ha completato il suo millesimo atterraggio arrestato a bordo della portaerei, mentre l'Eisenhower è in corso per l'esercitazione della Task Force congiunta (JTFEX) con l'USS Harry S. Truman (CVN 75) CSG Tornato a casa l'agosto ? In corso per TRACOM-CQ a metà agosto e fine settembre.

16 novembre, Capt. Dee L. Mewbourne ha sollevato il Capt. Dan Cloyd come il 14° CO di Dwight D. Eisenhower durante una cerimonia di cambio di comando a bordo della nave.

8 dicembre, la USS Dwight D. Eisenhower è attualmente in corso per lo scarico di munizioni con la USNS Mount Baker (T-AE 34).

22 gennaio 2008 CVN 69 è entrato nel cantiere navale navale di Norfolk per una disponibilità incrementale pianificata (PIA) di sei mesi In corso per le prove in mare il 2 luglio? In corso per la certificazione di cabina di pilotaggio e CQ, nel VACAPES op. Area, il 1 agosto.

8 agosto, il vice ammiraglio Melvin G. Williams, Jr., solleva il vice ammiraglio Marty Chanik come comandante della 2a flotta degli Stati Uniti durante una cerimonia di cambio di comando a bordo dell'Ike alla Naval Station Norfolk.

Il 21 agosto, la USS Dwight D. Eisenhower è recentemente partita dal porto di partenza per TRACOM-CQ In corso per una crociera di un giorno di amici e familiari il 30 agosto In corso per la disponibilità dell'addestramento di una nave su misura e il periodo di valutazione finale (TSTA/FEP) il 16 settembre.

Il 4 ottobre, il sottufficiale di seconda classe Robert Lemar Robinson è stato ucciso quando è stato investito da un aereo, alle 20:16. ora locale, mentre l'Eisenhower era in navigazione al largo della costa della Carolina del Nord.

8 novembre, la USS Dwight D. Eisenhower è recentemente partita dal porto di origine per l'addestramento di routine e le qualifiche del vettore (CQ) con il CVW-3. È tornato a Norfolk il 2 novembre?.

7 gennaio 2009 Il Dwight D. Eisenhower è recentemente partito dall'homeport per un'esercitazione di Composite Training Unit (COMPTUEX).

21 febbraio, USS Dwight D. Eisenhower partì da Norfolk per un dispiegamento programmato in Medio Oriente.

26 febbraio, un marinaio è andato in mare verso le 16:30 circa. mentre il vettore è in transito nell'Atlantico. Lui (lei) era in acqua meno di 30 minuti prima di essere recuperato e non è stato ferito.

L'8 marzo, la USS Dwight D. Eisenhower ha attraccato al terminal crociere di Leon Gourret a Marsiglia, in Francia, per uno scalo liberty di due giorni.

Il 21 marzo, l'aereo della Carrier Air Wing (CVW) 7 ha lanciato le sue prime sortite di combattimento a sostegno dell'OEF in Afghanistan.

16 maggio, il Dwight D. Eisenhower ha attraccato al porto di Khalifa Bin Salman di nuova costruzione a Hidd, in Bahrain, per una visita al porto liberty di Manama. L'ultima portaerei ad attraccare al molo in Bahrain fu la portaerei di scorta di classe Commencement Bay da 11.373 tonnellate USS Rendova (CVE 114) nel 1948.

Il 20 giugno, il comandante in capo Jeffrey J. Garber è stato trovato morto in una zona di ormeggio a bordo dell'Eisenhower, intorno alle 8:15 ora locale.

6 luglio, il Dwight D. Eisenhower CSG è stato sostituito dall'USS Ronald Reagan (CVN 76) Carrier Strike Group al comando della Task Force 50. Gli aerei del CVW-7 hanno effettuato più di 2.000 sortite di combattimento a sostegno dell'OEF in Afghanistan.

14 luglio, la USS Dwight D. Eisenhower è ancorata al largo della costa di Lisbona, Portogallo, per una visita di tre giorni al porto liberty Ormeggiata alla stazione navale di Mayport, in Florida, per una breve sosta per lasciare i membri dello squadrone antisommergibile in elicottero (HS ) 5 e di imbarcare "Tigers" il 28 luglio.

30 luglio, USS Dwight D. Eisenhower tornò alla Naval Station Norfolk dopo un dispiegamento di cinque mesi.

Il 9 settembre, il generale dell'aeronautica francese Stephane Abrial ha sostituito il generale dell'USMC James N. Mattis come Supreme Allied Commander Transformation (SACT) della NATO in una cerimonia a bordo dell'Eisenhower.

25 settembre, CVN 69 è attualmente in corso per le qualifiche di vettore nei Virginia Capes op. La zona.

Il 5 novembre, la USS Dwight D. Eisenhower è attualmente in corso per un'esercitazione dell'unità di formazione composita di tre settimane (COMPTUEX) in preparazione per una distribuzione imminente il prossimo anno.

7 novembre, l'Eisenhower ha risposto a una richiesta di soccorso da una nave civile, a circa 300 miglia al largo di Cape Hatteras, con il salvataggio di tre marinai civili canadesi da una barca a vela capovolta.

18 novembre, il capitano Dee L. Mewbourne e la Cmdr. Joe W. Barnes, l'XO di "Pukin' Dogs", ha completato il loro millesimo sbarco arrestato da portaerei a pochi minuti l'uno dall'altro.

2 gennaio 2010 La USS Dwight D. Eisenhower partì dalla Norfolk Naval Station per una distribuzione programmata in Medio Oriente.

Il 21 gennaio, CVN 69 è entrato nel Comando centrale delle forze navali degli Stati Uniti / U.S. 5th Fleet Area of ​​Operations (AoO), dopo aver transitato nel Canale di Suez.

Il 28 gennaio, l'aereo del CVW-7 ha lanciato le sue prime sortite di combattimento a sostegno dell'operazione Enduring Freedom in Afghanistan.

16 febbraio, Cmdr. Benjamin L. Hewlett ha sollevato la Cmdr. Thomas D. Bush come CO dei "Wildcats" dello Strike Fighter Squadron (VFA) 131, durante una cerimonia aerea di cambio di comando.

Il 17 marzo, la USS Dwight D. Eisenhower è partita da Jebel Ali, negli Emirati Arabi Uniti, dopo una visita di quattro giorni a Dubai.

18 marzo, Cmd. Scott T. Farr sollevato Cmdr. Timothy F. Murphy come CO dei "Patriots" di Electronic Attack Squadron (VAQ) 140, durante una cerimonia aerea di cambio di comando.

31 marzo, Un E-2C Hawkeye assegnato ai "Blutails" del Carrier Airborne Early Warning Squadron (VAW) 121 si è schiantato nel Mare Arabico del Nord verso le 14:00. ora locale, a cinque miglia dalla portaerei, al ritorno da una missione a supporto delle operazioni in Afghanistan. Tre dei quattro membri dell'equipaggio sono stati salvati e restituiti all'Ike.

3 aprile, la Marina ha concluso la ricerca di un tenente scomparso Miroslav Steven Zilberman e lo ha dichiarato deceduto.

10 giugno, l'Eisenhower è partito dal porto di Khalifa Bin Salman a Hidd, in Bahrain, dopo uno scalo di routine.

2 luglio, la USS Harry S. Truman (CVN 75) CSG ha sostituito la USS Dwight D. Eisenhower Carrier Strike Group come comandante della Task Force 50 sulla stazione nel Mare Arabico del Nord.

4 luglio, l'Eisenhower CSG è entrato nel Mar Mediterraneo dopo aver transitato nel Canale di Suez. Da quando è entrato nella 5th Fleet AoR degli Stati Uniti, CVW 7 ha effettuato più di 2900 sortite e ha totalizzato 17.700 ore di volo cumulative a sostegno dell'OEF.

Il 6 luglio, CVN 69 è arrivato ad Antalya, in Turchia, per una visita di tre giorni in porto.

Il 13 luglio, la USS Dwight D. Eisenhower è ancorata al largo della costa di Napoli, in Italia, per uno scalo di quattro giorni.

26 luglio, la portaerei si fermò alla Naval Station Mayport per imbarcare amici e familiari per una Tiger Cruise.

28 luglio, USS Dwight D. Eisenhower è tornato al porto di origine dopo un dispiegamento di sette mesi.

13 agosto, il capitano Marcus A. Hitchcock ha sollevato il capitano Dee L. Mewbourne come comandante del CVN 69.

30 agosto, l'Ike è attualmente in navigazione al largo della costa della Virginia per lo scarico di munizioni con la USS George H.W. Bush (CVN 77).

L'8 settembre, la USS Dwight D. Eisenhower è entrata nel cantiere navale di Norfolk a Portsmouth, in Virginia, per una disponibilità incrementale pianificata (PIA).

6 giugno 2011 Il contrammiraglio Ted N. Branch, comandante, Naval Air Force Atlantic, ha sollevato il capitano XO di Ike Robert D. Gamberg a seguito del completamento di un'indagine sulle accuse di una relazione impropria. Durante l'albero dell'ammiraglio, è stato stabilito che Gamberg stava violando gli articoli 133 del Codice uniforme di giustizia militare (condotta disdicevole per un ufficiale) e 92 (mancata obbedienza all'ordine o al regolamento).

Il 15 giugno, CVN 69 è tornato alla Naval Station Norfolk dopo aver completato le prove in mare di due giorni, dopo un periodo di manutenzione di nove mesi presso NNSY.

Il 28 giugno, la USS Dwight D. Eisenhower partì dall'homeport per CQ, con il Carrier Air Wing (CVW) 3 e 7.

2 luglio, una squadra dell'ufficio del programma Navy Unmanned Combat Air System (PMA-268) ha compiuto il primo atterraggio di un aereo surrogato F/A-18D, emulando un velivolo senza pilota, utilizzando sistemi sviluppati come parte dell'Unmanned Combat Air Programma System Carrier Demonstration (UCAS-D). L'Hornet, assegnato all'Air Test and Evaluation Squadron (VX) 23, è stato equipaggiato con il software di controllo della navigazione di precisione X-47B che consentirà all'X-47B di operare dal ponte di una portaerei nel 2013.

11 luglio, l'Eisenhower è attualmente in corso per le qualifiche del vettore di squadrone di sostituzione della flotta (FRS-CQ) al largo della costa della Virginia.

Il 25 luglio, la USS Dwight D. Eisenhower si fermò alla Naval Station Mayport per uno scalo di due giorni.

3 agosto, l'Ike è tornato a casa dopo una settimana di qualifiche per il Naval Air Training Command (NATRACOM).

19 agosto, CVN 69 è tornato a Norfolk dopo quattro giorni in corso per un'ispezione di gestione del materiale di manutenzione (3M) e FRS-CQ.

25 agosto, la USS Dwight D. Eisenhower è partita d'emergenza dalla Naval Station Norfolk per evitare l'avvicinarsi dell'uragano Irene.

12 settembre, l'Eisenhower è attualmente in corso nell'Oceano Atlantico per le qualifiche del vettore.

Il 12 ottobre, la USS Dwight D. Eisenhower è partita da Norfolk per una disponibilità di addestramento di navi su misura (TSTA) e una fase di valutazione finale (FEP).

9 marzo 2012 L'Ike è attualmente in corso per l'addestramento di routine nei VACAPES op. La zona.

16 marzo, la seconda portaerei di classe Nimitz ha recentemente lasciato l'homeport per un periodo di tre settimane, con il Carrier Strike Group (CSG) 8 e il Carrier Air Wing (CVW) 7.

Il 23 marzo, la USS Dwight D. Eisenhower ha caricato più di 1.000 tonnellate di ordigni durante il trasferimento di munizioni con la USS George H.W. Bush (CVN 77) e USNS Sacagawea (T-AKE 2), dal 21 al 22 marzo.

17 aprile, CVN 69 è recentemente partito dalla Naval Station Norfolk per l'addestramento di routine.

17 maggio, USS Dwight D. Eisenhower CSG ha completato un'esercitazione di 23 giorni di Composite Training Unit (COMPTUEX) in corso di nuovo per l'addestramento di routine il 21 maggio.

20 giugno, USS Dwight D. Eisenhower partì da Norfolk per un dispiegamento programmato nelle aree di responsabilità della 5a e 6a flotta degli Stati Uniti (AoR).

2 luglio, un SH-60F, assegnato all'Helicopter Anti-Submarine Squadron (HS) 5, ha salvato e trasportato il pilota francese sul Charles de Gaulle (R 91), dopo che il suo aereo Rafale M si era schiantato circa. 80 miglia a est di Cartagena, in Spagna, poco dopo le 1400 ora locale.

3 luglio, l'Eisenhower è ancorato al largo di Palma di Maiorca, in Spagna, per una visita di tre giorni al porto.

Il 13 luglio, la USS Dwight D. Eisenhower è ancorata al largo della costa di Rodi, in Grecia, per una visita di tre giorni nel porto di Suez. Il 18 luglio è entrata nel Golfo Persico il 25 luglio.

3 agosto, Cmdr. Dennis J. Vigeant sollevato Cmdr. Frank B. Ogden come CO del "Nightdippers" di Helicopter Anti-Submarine Squadron (HS) 5 durante una cerimonia di cambio di comando a bordo dell'IKE.

Il 9 agosto, l'aereo del CVW-7 ha lanciato le sue prime sortite di combattimento a sostegno dell'operazione Enduring Freedom in Afghanistan.

16 agosto, comandante Timothy D. Tippett sollevato Cmdr. Jon M. Taylor come CO dei "Wildcats" di Strike Fighter Squadron (VFA) 131, durante una cerimonia aerea di cambio di comando.

Il 5 settembre, la USS Dwight D. Eisenhower è partita dal porto di Khalifa Bin Salman dopo uno scalo di cinque giorni in Bahrain.

23 ottobre, l'Ike si è fermato a Jebel Ali, negli Emirati Arabi Uniti, per una visita di cinque giorni a Dubai.

21 novembre, sotto la direzione del Segretario alla Difesa degli Stati Uniti, Leon E. Panetta, l'attuale distribuzione di IKE viene ridotta a sostegno degli obiettivi di sicurezza nazionale a lungo termine e dei requisiti di manutenzione del ciclo di vita. La portaerei tornerà a casa prima delle vacanze di Natale, insieme alla USS Hue City (CG 66), per riaffiorare il suo ponte di volo e poi schierarsi di nuovo per il Medio Oriente nella primavera del 2013. Le restanti navi del CSG termineranno il loro schieramento come originariamente programmato.

1 dicembre, CVN 69 è tornato nel Mar Mediterraneo dopo aver transitato nel Canale di Suez. Mentre era in stazione nel Mare Arabico del Nord, l'aereo CVW 7 ha lanciato più di 3.000 sortite di combattimento, consegnando 10.000 libbre di ordigni a sostegno dell'OEF.

2 dicembre, il cap. Terry S. Morris ha sollevato il cap. Samuel J. Paparo come comandante, Carrier Air Wing (CVW) 7 durante una cerimonia di cambio di comando a bordo dell'Eisenhower.

4 dicembre, Cmdr. Joe V. Martinez ha sollevato la Cmdr. Sean P. Higgins come CO di Electronic Attack Squadron (VAQ) 140 durante una cerimonia di cambio di comando a bordo della nave.

19 dicembre, USS Dwight D. Eisenhower è tornato alla Naval Station Norfolk dopo un dispiegamento di sei mesi, tre mesi prima del previsto.

21 febbraio 2013 La USS Dwight D. Eisenhower è partita dall'homeport per un dispiegamento in Medio Oriente per sostituire la USS John C. Stennis (CVN 74), dopo che la USS Nimitz (CVN 68), che in precedenza era prevista per il mese scorso, ha subito problemi meccanici nel novembre 2012.

7 marzo, l'Eisenhower si è fermato a Marsiglia, in Francia, per una visita di tre giorni in porto Ha transitato nel Canale di Suez il 16 marzo È arrivato in stazione nel Mar Arabico del Nord il 21 marzo Ha lanciato le sue prime sortite di combattimento a sostegno dell'OEF il 24 marzo.

8 aprile, Un F/A-18F, assegnato al "Jolly Rogers" dello Strike Fighter Squadron (VFA) 103, si schiantò nel Mare Arabico del Nord, intorno alle 12:20. ora locale, dopo aver riscontrato un guasto al motore. Entrambi i membri dell'equipaggio sono stati espulsi in sicurezza e sono stati salvati da un SH-60F Seahawk dell'Helicopter Anti-Submarine Squadron (HS) 5.

Il 23 aprile, la USS Dwight D. Eisenhower ha attraccato al porto di Khalifa Bin Salman (KBSP) a Hidd, in Bahrain, per uno scalo di cinque giorni.

27 maggio, l'Eisenhower si fermò a Jebel Ali, negli Emirati Arabi Uniti, per una visita in libertà di tre giorni a Dubai.

Il 13 giugno, la USS Dwight D. Eisenhower, insieme alla USS Hue City, è tornata nel Mar Mediterraneo dopo aver attraversato il Canale di Suez. Mentre era in stazione nel Mar Arabico, Carrier Air Wing (CVW) 7 ha lanciato 1.367 sortite di combattimento e ha volato per oltre 8.000 ore di volo a sostegno dell'OEF.

14 giugno, il contrammiraglio Michael M. Gilday ha sostituito l'ammiraglio posteriore Michael C. Manazir come comandante del Carrier Strike Group (CSG) 8 durante una cerimonia di cambio di comando a bordo dell'IKE.

17 giugno, comandante Jesse W. Hilliker ha sollevato la Cmdr. Bobby Markovich come CO dei "Rampagers" dello Strike Fighter Squadron (VFA) 83, durante una cerimonia aerea di cambio di comando.

Il 20 giugno, la USS Dwight D. Eisenhower è ancorata al largo della costa di Lisbona, in Portogallo, per una visita di tre giorni al porto.

Il 1 luglio, CVN 69 si fermò alla Naval Station Mayport, in Florida, per una breve sosta in porto per imbarcare amici e familiari per una Tiger Cruise.

3 luglio, USS Dwight D. Eisenhower è tornato a Norfolk dopo un dispiegamento di quattro mesi e mezzo.

19 luglio, il capitano Stephen T. Koehler ha sollevato il capitano Marcus A. Hitchcock come CO dell'Eisenhower durante una cerimonia di cambio di comando a bordo della nave.

8 agosto, l'Eisenhower è tornato alla Naval Station Norfolk dopo tre giorni in corso per lo scarico di munizioni con l'USNS Medgar Evers (T-AKE 13).

Il 10 settembre, la USS Dwight D. Eisenhower è entrata nel bacino di carenaggio n. 8 presso il cantiere navale navale di Norfolk a Portsmouth, in Virginia, per una disponibilità incrementale pianificata di bacino di carenaggio (DPIA) di 14 mesi.

26 agosto 2014 L'Ike ha sganciato e ormeggiata al molo 42/43, Norfolk Naval Shipyard.

28 agosto 2015 USS Dwight D. Eisenhower è partita dal NNSY per le prove in mare dopo una disponibilità estesa di 23 mesi ormeggiata al Pier 14 North, Naval Station Norfolk il 1 settembre.

4 settembre, l'Eisenhower è partito dall'homeport per un viaggio di 17 giorni in corso per condurre le certificazioni del ponte di volo e CVW-3/TRACOM Carrier Qualifications (CQ) in corso per il CQ del Fleet Replacement Squadron (FRS) il 27 settembre.

2 ottobre, due aerei F-35C Lightning II Joint Strike Fighter (JSF), assegnati all'Air Test and Evaluation Squadron (VX) 23, sono atterrati per la prima volta a bordo dell'IKE, per una settimana di Developmental Testing II (DT-II). ) periodo, al largo della costa della Virginia.

Dal 13 al 14 ottobre, il Dwight D. Eisenhower ha caricato più di 2 milioni di libbre di ordigni durante un trasferimento di munizioni con la USNS Robert E. Peary (T-AKE 5) ormeggiata al molo 12N il 15 ottobre in corso per il vettore FRS/TRACOM Qualifiche (CQ) dal 2 al 13 novembre.

18 novembre, Capt. Paul C. Spedero, Jr., ha sollevato il capitano Stephen T. Koehler come 17th CO di Dwight D. Eisenhower durante una cerimonia di cambio di comando a bordo della nave al molo 14N.

Il 21 novembre, la USS Dwight D. Eisenhower è partita da Norfolk per 24 giorni in corso per condurre Tailored Ship's Training Availability (TSTA) e Final Evaluation Problem (FEP), con il Carrier Air Wing (CVW) 3.

1 dicembre, il contrammiraglio Jesse A. Wilson ha sostituito l'ammiraglio posteriore Bruce H. Lindsey come comandante, Carrier Strike Group (CSG) 10, durante una cerimonia aerea di cambio di comando.

Il 16 dicembre, la USS Dwight D. Eisenhower è partita dalla Naval Station Norfolk per due giorni in corso per condurre test operativi del sistema di lancio di esche MK-53 (Nulka), nel Virginia Capes op. La zona.

7 febbraio 2016 Un MH-60S Seahawk, assegnato ai "Tridents" dell'Helicopter Sea Combat Squadron (HSC) 9, ha salvato cinque marinai in difficoltà dalla S/V Selket, battente bandiera statunitense, a circa 40 miglia al largo della costa di Miami, Fla., verso le 19:00 EST. Sono stati valutati dal punto di vista medico a bordo della USS Dwight D. Eisenhower prima di essere trasferiti alla USCG Air Station Miami a Opa-locka.

11 febbraio, l'Eisenhower ha attraccato al molo 12N sulla Naval Station Norfolk dopo 15 giorni in corso per i preparativi INSURV, FRS/TRACOM Carrier Qualifications (CQ) e carico di munizioni con l'USNS William McLean (T-AKE 12) In corso per le prove INSURV da 17-18 febbraio In corso per la valutazione INSURV dal 23 al 24 febbraio.

Il 4 marzo, la USS Dwight D. Eisenhower ha attraccato al molo 14N sulla Naval Station Norfolk dopo quattro giorni di ispezione e sepoltura in mare del Mobile Training Team (MTT).

18 marzo, otto marinai a bordo dell'Eisenhower sono rimasti feriti questo pomeriggio quando un dispositivo di arresto si è staccato durante un atterraggio di routine da parte di un E-2C Hawkeye, assegnato al Carrier Airborne Early Warning Squadron (VAW) 123, mentre la nave stava conducendo le qualifiche del vettore fuori la costa della Virginia.Due di loro sono stati trasportati al Portsmouth Naval Medical Center e quattro al Norfolk Sentara General Hospital per essere curati. L'aereo è tornato sano e salvo alla stazione navale di Norfolk Chambers Field.

14 aprile, CVN 69 è tornato a casa dopo un 29 giorni in corso per l'esercitazione Composite Training Unit (COMPTUEX) e Joint Task Force Exercise (JTFEX) In corso per l'addestramento di routine nel VACAPES op. Area dal 18 al 22 aprile In corso per una crociera di un giorno con amici e familiari il 24 aprile.

1 giugno, USS Dwight D. Eisenhower partì Pier 14S, Naval Station Norfolk per una distribuzione programmata in Medio Oriente.

13 giugno, il Dwight D. Eisenhower Carrier Strike Group (CSG) 10 è entrato nel Mar Mediterraneo dopo aver transitato nello Stretto di Gibilterra.

16 giugno, la Eisenhower, insieme alla USS San Jacinto (CG 56), alla USS Roosevelt (DDG 80) e alla USS Mason (DDG 87), ha partecipato all'esercitazione Flotta Verde nel Mar Tirreno, con la ITS San Marco (L 9893), ITS Andrea Doria (D 553), ITS Bersagliere (F 584), ITS Comandante Cigala Fulgosi (P 490), ITS Etna (A 5326), ITS Stromboli (A 5327) e sommergibile italiano classe Sauro.

17 giugno, USS Dwight D. Eisenhower ancorata al largo della costa di Napoli, Italia, per una visita di quattro giorni al porto della libertà. Ha partecipato a un'esercitazione di difesa aerea (ADEX) con le forze navali turche il 25 giugno.

Il 28 giugno, l'aereo della Carrier Air Wing (CVW) 3 ha lanciato le sue prime sortite di combattimento a sostegno dell'operazione Inherent Resolve, mentre l'Ike era in corso nel Mediterraneo orientale.

4 luglio, Cmdr. Daniel W. Testa sollevato Cmdr. Teague R. Laguens come CO delle "Swamp Foxes" di Helicopter Maritime Strike Squadron (HSM) 74, durante una cerimonia aerea di cambio di comando.

6 luglio, Cmdr. Jeffrey A. Farmer ha sollevato la Cmdr. David B. Freeman come CO dei "Wildcats" dello Strike Fighter Squadron (VFA) 131, durante una cerimonia aerea di cambio di comando.

L'8 luglio, la USS Dwight D. Eisenhower, insieme alla USS San Jacinto, alla USS Nitze (DDG 94) e alla USNS Arctic (T-AOE 8), hanno attraversato il Canale di Suez in direzione sud. Hormuz in direzione nord il 21 luglio.

24 luglio, Cmdr. Jeffrey Farmer, CO di VFA-131, ha completato il suo millesimo atterraggio arrestato a bordo della portaerei con la trappola di un F/A-18C Hornet, mentre l'Ike era in navigazione nel nord del Golfo Persico.

13 agosto, la USS Dwight D. Eisenhower ha attraccato al porto di Khalifa Bin Salman (KBSP), Bahrain, per una visita di quattro giorni a Manama.

7 settembre, comandante R. Wade Blizzard sollevato Cmdr. Tracey J. Gendreau come CO degli "Swordsmen" dello Strike Fighter Squadron (VFA) 32, durante una cerimonia aerea di cambio di comando.

11 settembre Un marinaio femmina, assegnato al CVW-3, ha dato alla luce una bambina di sette chili, mentre l'Eisenhower era in navigazione nel Golfo Persico. Un funzionario della Marina degli Stati Uniti ha affermato che la madre ha affermato di non essere a conoscenza della gravidanza dopo aver visitato il dipartimento medico sabato, lamentandosi di dolori allo stomaco.

Il 14 settembre, l'ammiraglio posteriore James J. Malloy ha sollevato l'ammiraglio posteriore Jesse A. Wilson, Jr., come comandante, Carrier Strike Group (CSG) 10 durante una cerimonia di cambio di comando a bordo dell'Ike, mentre era in stazione nell'Arabia Golfo.

Il 20 settembre, la USS Dwight D. Eisenhower ha attraccato all'ormeggio 58/59, Quay 9 nel porto di Jebel Ali, Emirati Arabi Uniti, per una visita di quattro giorni in libertà a Dubai.

1 novembre, il Dwight D. Eisenhower ha attraccato all'ormeggio 6, Khalifa Bin Salman Port (KBSP) per una visita di quattro giorni nel Regno del Bahrain.

Il 25 novembre, il Commodoro Andrew Burns ha sostituito il contrammiraglio James J. Malloy come comandante, Task Force (CTF) 50 durante una cerimonia di cambio di comando a bordo del CVN 69, mentre era in corso nel Golfo Persico centrale. Questa è la prima volta che un'ammiraglia della Royal Navy, HMS Ocean (L12), guiderà una task force statunitense in Medio Oriente.

Il 26 novembre, la USS Dwight D. Eisenhower, insieme alla USS San Jacinto, transitò nello Stretto di Hormuz in direzione sud. Transito nello Stretto di Bab-el Mandeb in direzione nord, scortata dalla USS Port Royal (CG 73), il 29 novembre.

Il 2 dicembre, il capitano Marc J. Miguez ha sostituito il capitano Jeffrey T. Anderson come comandante, Carrier Air Wing (CVW) 3 durante una cerimonia di cambio di comando a bordo del CVN 69, mentre era in corso nel Mar Rosso.

Il 4 dicembre, la USS Dwight D. Eisenhower, insieme alla USS San Jacinto e alla USS Roosevelt (DDG 80), entrò nel Mar Mediterraneo dopo aver attraversato il Canale di Suez.

5 dicembre, Cmdr. Mitchell S. McCallister ha sollevato la Cmdr. Andrew P. Mariner come CO dei "Gunslingers" di Strike Fighter Squadron (VFA) 105, durante una cerimonia aerea di cambio di comando.

6 dicembre, l'Eisenhower ha iniziato le operazioni a doppio vettore, con la FS Charles de Gaulle (R91), mentre era in corso nel Mediterraneo orientale a sostegno dell'OIR.

6 dicembre, Cmdr. Brendan R. Stickles sollevato dalla Cmdr. Eric J. Sinibaldi come CO degli "Zappers" dell'Electronic Attack Squadron (VAQ) 130, durante una cerimonia di cambio di comando a bordo dell'Ike.

7 dicembre, Cmdr. Darryl B. Martin ha sollevato la Cmdr. Jason L. Chuderwicz come CO dei "Screwtops" del Carrier Airborne Early Warning Squadron (VAW) 123, durante una cerimonia di cambio di comando a bordo dell'Ike.

12 dicembre, la USS Dwight D. Eisenhower ha concluso il suo supporto all'operazione Inherent Resolve. Il CVW-3 ha lanciato 1.900 sortite di combattimento e ha speso più di 1,4 milioni di libbre di ordigni, su obiettivi dello Stato Islamico in Iraq e Siria, sia dal Mar Mediterraneo che dal Golfo Persico.

16 dicembre, CVN 69 ormeggiata all'ormeggio 163, Leon Gourret Cruise Terminal a Marsiglia, Francia, per una visita di quattro giorni al porto di libertà Ha transitato lo Stretto di Gibilterra in direzione ovest, scortato dalla USS Porter (DDG 78), il 22 dicembre.

30 dicembre, USS Dwight D. Eisenhower ormeggiata al molo 14N sulla Naval Station Norfolk dopo sette mesi di spiegamento.

4 febbraio 2017 Il Dwight D. Eisenhower è partito dall'homeport per un viaggio di 11 giorni in corso per condurre FRS/TRACOM Carrier Qualifications (CQ) In corso di nuovo per FRS/TRACOM CQ dal 14 al 23 marzo In corso per un Sustainment Exercise (SUSTEX) dal 30 marzo - 13 aprile Trasferito al Molo 11S l'8 maggio In corso per gli allenamenti di routine dal 16 al 19 maggio.

Il 5 giugno, la USS Dwight D. Eisenhower ha attraccato al molo 11S sulla Naval Station Norfolk dopo cinque giorni di navigazione per FRS-CQ In corso per lo scarico di munizioni con la USNS Medgar Evers (T-AKE 13) il 19 giugno.

27 giugno, l'Ike ha partecipato a un esercizio fotografico (PHOTOEX) con USS San Jacinto (CG 56), USS Winston Churchill (DDG 81), USNS Robert E. Peary (T-AKE 5), HMCS Charlottetown (FFH 339), HMCS Glace Bay (MM 701) e HMCS Moncton (MM 708), durante la navigazione al largo di Halifax.

Il 28 giugno, la USS Dwight D. Eisenhower è ancorata ad Anchorage n. 1 nel porto di Halifax, in Nuova Scozia, per una visita portuale di una settimana, per partecipare alla celebrazione del 150esimo giorno del Canada, per la prima volta su una portaerei americana in quasi 18 anni.

7 luglio, il Dwight D. Eisenhower ha attraccato al molo 11S sulla stazione navale di Norfolk in corso per una crociera di un giorno di amici e familiari l'8 luglio.

13 luglio, contrammiraglio Samuel J. Paparo, Jr., ha sostituito l'ammiraglio posteriore James J. Malloy come comandante, Carrier Strike Group (CSG) 10 durante una cerimonia di cambio di comando a bordo dell'Eisenhower al molo 11.

24 luglio, la USS Dwight D. Eisenhower partì dall'homeport per un viaggio di 10 giorni in corso per condurre il CQ del Fleet Replacement Squadron (FRS).

Il 4 agosto, Huntington Ingalls Inc., Newport News Shipbuilding si è aggiudicata un contratto da 36,4 milioni di dollari per la disponibilità incrementale pianificata (PIA) di Eisenhower. Il completamento dei lavori è previsto entro marzo 2018.

Il 5 agosto, la USS Dwight D. Eisenhower ormeggiata al Super Pier 5, Norfolk Naval Shipyard a Portsmouth, in Virginia Ha iniziato la disponibilità il 17 settembre.

9 agosto 2018 Il cap. Kyle P. Higgins ha sollevato il cap. Paul C. Spedero, Jr., come CO dell'Eisenhower durante una cerimonia di cambio di comando a bordo della nave.

Il 14 novembre, la USS Dwight D. Eisenhower trasferì il "dead stick" dal cantiere navale navale di Norfolk al molo 11S sulla stazione navale di Norfolk.

1 aprile 2019 USS Dwight D. Eisenhower ormeggiata al molo 12N sulla Naval Station Norfolk dopo quattro giorni di navigazione per prove in mare, a seguito di una disponibilità estesa a 18 mesi In corso per la certificazione del ponte di volo e CQ con il Carrier Air Wing (CVW) 3 l'8 aprile.

18 aprile, un MV-22 Osprey, assegnato al Marine Medium Tiltrotor Squadron (VMM) 263, atterrò per la prima volta a bordo dell'Eisenhower, mentre era in navigazione al largo della costa della Virginia.

19 aprile, USS Dwight D. Eisenhower ormeggiata al molo 12N sulla Naval Station Norfolk in corso per FRS/TRACOM CQ, nel Cherry Point e Jacksonville op. Aree, dal 26 aprile all'8 maggio Di nuovo in corso per TRACOM-CQ dal 7 al 17 giugno.

Il 21 giugno, il contrammiraglio Paul J. Schlise ha sostituito l'ammiraglio posteriore John F. Meier come comandante del Carrier Strike Group (CSG) 10 durante una cerimonia di cambio di comando a bordo dell'Ike.

9 luglio, USS Dwight D. Eisenhower partì dalla Naval Station Norfolk per lo squadrone di sostituzione della flotta (FRS) CQ in corso a Key West op. Area dal 15 al 16 luglio Arrivato al largo della costa della Virginia il 18 luglio Tornato a casa il 19 luglio In corso per le prove INSURV dal 23 al 24 luglio In corso per la valutazione INSURV dal 6 al 7 agosto In corso di nuovo l'11 agosto.

Dal 12 al 15 agosto, l'Eisenhower ha ricevuto circa 1.200 tonnellate di ordigni durante il carico di munizioni con la USS John C. Stennis (CVN 74) e la USNS Robert E. Peary (T-AKE 5).

16 agosto, la USS Dwight D. Eisenhower ormeggiata al molo 12N sulla Naval Station Norfolk Emergency è stata smistata a causa dell'uragano Dorian il 4 settembre è tornata a casa il 7 settembre in corso per la disponibilità di formazione di una nave su misura (TSTA) e il problema di valutazione finale (FEP), con il Carrier Air Wing (CVW) 3, il 9 settembre.

28 settembre, la USS Dwight D. Eisenhower ha partecipato a un'esercitazione fotografica (PHOTOEX) con la USS San Jacinto (CG 56), la USS Vella Gulf (CG 72), la USS Stout (DDG 55), la USS James E. Williams (DDG 95) , USS Truxtun (DDG 103), HMS Dragon (D35) e HNLMS De Ruyter (F 804), durante la navigazione al largo della costa della Carolina del Sud sono tornati a casa il 29 settembre.

12 dicembre, CVN 69 ormeggiata al molo 14S sulla Naval Station Norfolk dopo nove giorni di navigazione, al largo della costa della Virginia, per FRS-CQ.

17 gennaio 2020 La USS Dwight D. Eisenhower partì da Norfolk per una distribuzione programmata in Medio Oriente.

13 febbraio, il Dwight D. Eisenhower Carrier Strike Group (CSG) 10 ha recentemente completato l'esercitazione Composite Training Unit (COMPTUEX), a Cherry Point, Jacksonville e Charleston op. Aree Ha condotto un rifornimento in mare con la USNS Robert E. Peary (T-AKE 5), mentre era in navigazione al largo della costa della Carolina del Nord, il 18 febbraio.

23 febbraio, l'Eisenhower condusse un rifornimento in mare con la USNS Laramie (T-AO 203), mentre transitava nell'Oceano Atlantico in direzione est, transitò nello Stretto di Gibilterra in direzione est, insieme alla USS San Jacinto, alla USS James E. Williams e alla USS Truxtun, il 29 febbraio.

Il 3 marzo, la USS Dwight D. Eisenhower ha partecipato a un PHOTOEX con le FS Charles de Gaulle (R91), FS Chevalier Paul (D621) e USS San Jacinto, mentre era in corso al largo della costa orientale della Sicilia. USNS Robert E. Peary il 4 marzo ha transitato il canale di Suez in direzione sud il 9 marzo ha transitato lo stretto di Bab el-Mandeb il 13 marzo.

Il 18 marzo, la USS Dwight D. Eisenhower ha partecipato a un PHOTOEX con la USS Harry S. Truman (CVN 75), come "spettacolo di forza" durante la navigazione nel Mare Arabico del Nord. Ha partecipato nuovamente a un PHOTOEX il 21 marzo.

Il 23 marzo, l'aereo della Carrier Air Wing (CVW) 3 ha recentemente lanciato le sue prime sortite di combattimento a sostegno dell'operazione Sentinel dell'Operazione Freedom in Afghanistan.

1 aprile, il Dwight D. Eisenhower ha condotto un rifornimento in mare con la USNS Robert E. Peary, mentre era in corso nel Mare Arabico del Nord Ha partecipato a un PHOTOEX con la USS Bataan (LHD 5) il 2 aprile Ha condotto un rifornimento in -sea con la USNS Wally Schirra (T-AKE 8) il 13 aprile Ha condotto un rifornimento in mare con la USNS Amelia Earhart (T-AKE 6) il 22 aprile.

26 aprile, Cmd. Chad K. Montante sollevato Cmdr. Theodore J. Elkins come CO dell'Helicopter Sea Combat Squadron (HSC) 7, durante una cerimonia aerea di cambio di comando, mentre è in corso nel Mare Arabico del Nord.

1 maggio, Cmdr. Daniel M. Murphy, II sollevato Cmdr. Thomas J. Eisenstatt come comandante delle "Swamp Foxes" dell'Helicopter Maritime Strike Squadron (HSM) 74 durante una cerimonia di cambio di comando aereo.

Il 3 maggio, la USS Dwight D. Eisenhower ha effettuato un rifornimento in mare, mentre era in corso nel Mare Arabico del Nord Ha condotto nuovamente un rifornimento in mare l'11 e il 18 maggio.

19 maggio, l'ammiraglio posteriore Brendan R. McLane ha sostituito l'ammiraglio posteriore Paul J. Schlise come comandante del Carrier Strike Group (CSG) 10 durante una cerimonia di cambio di comando a bordo del CVN 69.

Il 3 giugno, il cap. Zoah Scheneman sostituì il cap. William K. Shafley, III come comandante dello squadrone cacciatorpediniere (DESRON) 26 durante una cerimonia di cambio di comando a bordo dell'Eisenhower, mentre era in corso nel Mare Arabico del Nord.

20 luglio, la USS Dwight D. Eisenhower, insieme alla USS San Jacinto e alla USS Truxtun, ha attraversato lo stretto di Bab el-Mandeb in direzione nord Ha attraversato il Canale di Suez il 24 luglio Ha partecipato a un'esercitazione di difesa aerea (ADEX) con l'HS Aigaion (F 460 ), nelle vicinanze di Creta, dal 25 al 26 luglio Condotto un rifornimento in mare con la USNS Medgar Evers (T-AKE 13) il 27 luglio Ha transitato lo Stretto di Gibilterra in direzione ovest il 30 luglio.

9 agosto, USS Dwight D. Eisenhower ormeggiata al Pier 14N sulla Naval Station Norfolk dopo 205 giorni consecutivi in ​​mare, battendo di 44 giorni il precedente record stabilito dalla USS Theodore Roosevelt (CVN 71) nel 2002.

27 settembre, il Dwight D. Eisenhower ha attraccato al molo 14N dopo quattro giorni di navigazione per il Fleet Replacement Squadron (FRS) CQ in corso per un'esercitazione di supporto (SUSTEX) dal 29 settembre all'11 ottobre.

Il 3 dicembre, il contrammiraglio Scott F. Robertson ha sostituito l'ammiraglio posteriore Richard J. Cheeseman, Jr., come comandante del Carrier Strike Group (CSG) 2 durante una cerimonia di cambio di comando a bordo dell'Eisenhower.

Il 13 dicembre, la USS Dwight D. Eisenhower ha attraccato al molo 14N sulla Naval Station Norfolk dopo una settimana di navigazione, nei Virginia Capes op. Zona, per FRS-CQ.

17 dicembre, il capitano Paul F. Campagna ha sostituito il capitano Kyle P. Higgins come diciannovesimo comandante di IKE durante una cerimonia di cambio di comando a bordo della nave.

14 febbraio 2021 USS Dwight D. Eisenhower ormeggiata al molo 14N sulla Naval Station Norfolk dopo 33 giorni in corso per l'esercitazione dell'unità di addestramento composita (COMPTUEX), nel Cherry Point, Charleston e Jacksonville op. Le zone.

19 febbraio, USS Dwight D. Eisenhower partì da Norfolk per un dispiegamento di sovratensioni nelle aree di responsabilità della 5a e 6a flotta degli Stati Uniti (AoR).

26 febbraio, il Dwight D. Eisenhower ha effettuato un rifornimento in mare con la USNS Arctic (T-AOE 8), mentre era in corso nell'Oceano Atlantico orientale.

Dal 3-4 marzo, USS Dwight D. Eisenhower, insieme alla USS Mitscher (DDG 57), USS Porter (DDG 78) e RMNS Tarik Ben Ziad (FMMM 613), hanno partecipato all'esercitazione Lightning Handshake 2021, mentre erano in navigazione al largo della costa di Agadir, Marocco Ha effettuato un rifornimento in mare con la USNS Arctic il 7 marzo Ha transitato lo stretto di Gibilterra in direzione est l'8 marzo Ha transitato lo stretto di Sicilia il 10 marzo.

L'11 marzo la USS Dwight D. Eisenhower, insieme alla USS Mitscher e alla USS Thomas Hudner (DDG 116), ha partecipato a un PHOTOEX con l'HS Psara (F 454) e l'ITS Virginio Fasan (F 591), durante la navigazione nel Mediterraneo centrale Mare.

Il 15 marzo, l'aereo della Carrier Air Wing (CVW) 3 ha lanciato le sue prime sortite di combattimento a sostegno dell'operazione Inherent Resolve, mentre l'Ike era in corso nel Mediterraneo orientale.

17 marzo, la USS Dwight D. Eisenhower ha partecipato a un'esercitazione di passaggio (PASSEX) con il TCG Gemlik (F492). Ha condotto un rifornimento in mare con la USNS Arctic il 18 marzo.

20 marzo, il Dwight D. Eisenhower ha attraccato all'ormeggio K14, deposito di carburante della NATO nella baia di Souda, in Grecia, per uno scalo di quattro giorni a libertà limitata. in direzione nord il 28 marzo Transito in direzione sud il 29 marzo È arrivato al largo della costa di Port Said, in Egitto, nella tarda serata di giovedì Ha transitato nel Canale di Suez il 2 aprile.

10 aprile, la USS Dwight D. Eisenhower ormeggiata al General Cargo Terminal nel porto di Duqm, Oman, per due giorni di scalo Ha condotto un rifornimento in mare con la USNS Arctic il 13 e 20 aprile Ha partecipato a PHOTOEX il 24 aprile Ha effettuato di nuovo un rifornimento in mare il 28 aprile, 7, 15 e 21 maggio Ormeggiata al General Cargo Terminal nel porto di Duqm dall'11 al 14 giugno.


Il più grande evento finanziario della storia in arrivo – Bo Polny

Di USAWatchdog.com di Greg Hunter (Posta del sabato sera)

L'esperto di cicli biblici e analista finanziario Bo Polny ha previsto che nel novembre del 2020 il mercato azionario (DOW) "avrebbe raggiunto il picco nel maggio 2021 intorno a 33.000-34.000 e poi crollato a giugno". Finora, metà della previsione è corretta e stiamo aspettando l'incidente. Polny afferma: "Il più grande evento finanziario nella storia umana non è e non accadrà su un orologio Trump. Ripeto, il più grande evento finanziario nella storia umana non sta andando a segno su un orologio Trump. Andrà giù sotto la corrente, come vuoi chiamarlo. Trump è un costruttore. Il muratore viene ad aggiustare le cose".

Qual è la cronologia di questo "più grande evento finanziario nella storia umana"? Polny dice: “Si scatenerà l'inferno la prossima settimana. . . . Ci sono tutti questi eventi, mini eventi, che culminano tutti nell'orientamento perfetto di Dio e nel tempismo perfetto di Dio per creare la tempesta perfetta assoluta, e poi preme il grilletto. Ricorda questo: quando il Mar Rosso si è aperto e chiuso, l'intero evento è accaduto in un giorno. Alla fine della giornata o il giorno successivo, tutto era diverso di 180 gradi. Segna le mie parole, ci sediamo qui oggi, ed entro la fine di quest'anno, tutto sarà diverso di 180 gradi. Molto probabilmente tutto accadrà nei prossimi 90 giorni. Viviamo in un anno biblico. È l'anno del Giubileo e stiamo per assistere agli atti di Dio».

Sul fronte politico, Polny cita la sentenza della Corte Suprema degli STATI UNITI THROCKMORTON del 1878. La pepita principale della sentenza era “La frode vizia tutto. . .” Il significato rende nullo e invalido, e che questa storica sentenza della Corte Suprema si applicherà alla festa delle frodi che è stata l'elezione del 2020.

Polny dice: "La frode vizia tutto". Google quelle parole, "La frode vizia tutto". Questo è fondamentale da capire. . . . È incredibilmente potente quando capisci cosa significano quelle semplici parole". Polny sostiene che questo è il modo in cui la vittoria fraudolenta delle elezioni del 2020 del vicepresidente Biden verrà annullata e farà posto al presidente Trump per essere riportato alla Casa Bianca.

Polny dice anche: "I cicli del mercato azionario mostrano che i mercati iniziano a crollare la prossima settimana e crollano per settimane. Questo è un momento del Terzo Sigillo in cui abbiamo un completo cambiamento finanziario dell'economia come la conosciamo. . . . La celebrazione avverrà il 4 luglio. Il male viene abbattuto. Il momento "wow" è accaduto e da qui al 4 luglio abbiamo ottenuto "wow". Il popolo di Dio festeggerà perché Dio ha mosso la sua mano".

Questo è il 50° anno in cui il dollaro USA è stato tolto dal gold standard dal presidente Nixon nell'agosto del 1971. Ciò ha reso il dollaro USA uno strumento di debito, ed è chiamato Federal Reserve Note. La parola "nota" significa che è uno strumento di debito. Questo sarà un anno negativo per il dollaro USA e il suo valore sta già diminuendo.Guarda i dati recenti sull'inflazione ed è chiaro che sono necessari più dollari per comprare praticamente tutto. In termini biblici, un anno giubilare è un 50° anno in cui i debiti vengono cancellati e gli schiavi vengono liberati dalla schiavitù. Polny spiega: "Se vai alla nostra intervista di ottobre (2020) dopo l'inizio del nuovo anno (ebraico) a settembre, il dollaro sarebbe nel ciclo del Giubileo. Quindi, il dollaro sarebbe in un ciclo discendente, un ciclo del Giubileo, e ci sarà un enorme evento nel dollaro da qualche parte tra settembre e agosto del 2021. Questo è il settembre dell'anno scorso e l'agosto di quest'anno 2021. Quindi, noi ho praticamente 90 giorni rimasti per il dollaro per ottenere un grande taglio di capelli. Un giubileo è qualcosa in cui dovresti seguire la parola e le leggi di Dio. Se non lo fai. . . Dio lo farà accadere. . . . Il dollaro è in un ciclo ribassista dal settembre dello scorso anno e stanno lottando per sostenerlo. Entro circa tre mesi, l'argento, l'oro e le criptovalute si strapperanno verticalmente perché quando il dollaro si rompe, tutto ciò che è opposto spara verticalmente.

Unisciti a Greg Hunter di USAWatchdog.com mentre va a tu per tu con l'esperto di cicli biblici e analista finanziario Bo Polny, fondatore di Gold2020Forecast.com.

Dopo l'intervista:

Puoi trovare informazioni gratuite su Gold2020Forecast.com.

Per guardare la presentazione PowerPoint gratuita di Polny chiamata "New Era World Reborn - God Wins!" clicca qui.

Se desideri una tariffa ridotta su una prova di 2 settimane sulle variazioni di prezzo di "Date di svolta dell'oro", fai clic qui. (Utilizzare il codice sconto USA49)

Se desideri una tariffa ridotta su una prova di 2 settimane sui movimenti di prezzo di "Indice Bitcoin", fai clic qui. (Usa il codice sconto USA49)

Se stai cercando di acquistare monete fisiche d'oro e d'argento, dai un'occhiata al nostro sponsor Discount Gold and Silver Trading. Chiedi di Melody Cedarstrom, il proprietario, al numero 1-800-375-4188.


Trovato: USS Grayback, luogo di riposo finale di 80 marinai sepolti

Grazie a un ricercatore dilettante giapponese, il relitto della USS Grayback è stato localizzato al largo della costa di Okinawa, in Giappone, 75 anni dopo la misteriosa scomparsa del sottomarino nel marzo 1944.

Exploit in tempo di guerra

La USS Grayback SS-208 fu varata il 30 giugno 1941 e attaccata alla flotta atlantica. Quando gli Stati Uniti entrarono in guerra, salpò per il Pacifico il 12 gennaio 1942.

Mentre pattugliava il Pacifico e il Mar Cinese Meridionale, ebbe un incredibile successo nella caccia alle navi nemiche.

USS Grayback

Non solo ha avuto successo nel suo scopo principale di affondare le navi nemiche, ma ha anche svolto altri ruoli. Nel gennaio 1943, servì come nave faro per il bombardamento navale di Munda Bay.

Durante lo svolgimento di questo compito, il suo capitano è stato informato che sei aviatori di un bombardiere B-26 precipitato erano bloccati sull'isola in attesa di soccorso.

Lost 52 Progetto

L'equipaggio del Grayback era determinato a salvare gli aviatori e due membri dell'equipaggio scesero a terra il 5 gennaio, mentre il sottomarino si immergeva per evitare di essere scoperto.

I sommergibilisti hanno trovato gli aviatori bloccati e hanno scoperto che tre dei sei erano feriti.

Quella notte il Grayback riemerse e la piccola barca con gli aviatori e i due sommergibilisti tornò sana e salva al sottomarino. Il comandante della Grayback, Cmdr. Edward C. Stephan è stato insignito della Navy Cross per questo salvataggio.

Nel 1943 si unì a un branco di lupi sottomarini di grande successo in compagnia di SS-225 Cero e SS-235 Shad.

Pattuglia finale

Il 28 gennaio 1944, la USS Grayback con il suo equipaggio di 80 uomini partì per la sua decima missione di combattimento da Pearl Harbour. Doveva tornare a Midway entro il 7 marzo 1944, ma non riuscì a tornare.

Lost 52 Progetto

Fu uno dei sottomarini di maggior successo durante la guerra. Si è classificata 20a in termini di tonnellaggio affondato con un totale di 63.835 tonnellate e 24a in termini di numero di navi affondate con un totale di 14.

Dopo la guerra

La Marina degli Stati Uniti ha utilizzato i registri militari giapponesi per cercare di ricostruire cosa potrebbe essere successo ai sottomarini scomparsi, incluso l'USS Grayback.

I documenti del 1949 mostrano che le autorità statunitensi credevano che la USS Grayback fosse affondata a circa 100 miglia a sud-est di Okinawa in mare aperto. Nonostante ciò, il relitto del sottomarino non è mai stato localizzato e l'equipaggio di 80 persone è stato elencato come disperso.

Lost 52 Progetto

Il progetto Lost 52 è un gruppo di persone che si dedica alla ricerca dei 52 sottomarini della Marina degli Stati Uniti che sono stati persi durante la seconda guerra mondiale e mai ritrovati.

Yutaka Iwasaki, un ricercatore dilettante giapponese, aveva approfondito i registri della Marina imperiale giapponese presso la base della Marina di Sasebo. Lì trovò una registrazione delle trasmissioni radiofoniche del 27 febbraio 1944.

La registrazione ha rivelato che quel giorno un bombardiere Nakajima B5N aveva sganciato una bomba da 500 libbre su un sottomarino che si trovava in superficie. Il sottomarino esplose e affondò senza lasciare traccia. L'aereo non ha visto sopravvissuti in superficie.

La registrazione includeva le coordinate della posizione del sottomarino. Iwasaki scoprì che le coordinate sul nastro non corrispondevano alle coordinate della Marina degli Stati Uniti.

Sembrava che quando la traduzione fu inizialmente eseguita nel 1949, l'ultima latitudine e longitudine nota dell'USS Grayback era stata tradotta in modo errato o registrata in modo errato di una cifra, con il risultato che la posizione del sottomarino era errata di 100 miglia.

Lost 52 Progetto

Dopo che Iwasaki ha scoperto la discrepanza, una spedizione guidata da Tim Taylor del Progetto 52, ha utilizzato dei droni per cercare nel fondale marino per localizzare fisicamente il relitto in base al nuovo set di coordinate.

È stata trovata a 50 miglia nautiche a sud di Okinawa, ad una profondità di 1.400 piedi.

Via virale: Bugler si alza e suona i rubinetti sotto la pioggia, omaggio all'infermiera della seconda guerra mondiale

Il ritrovamento dei resti del sottomarino ha risolto un altro dei misteri della seconda guerra mondiale e ha dato chiusura alle 80 famiglie che hanno aspettato 75 anni per sapere dove fossero i loro cari.


History Channel Battle 360

Scopri tutto sulla portaerei USS Enterprise e sul ruolo fondamentale svolto in alcune delle più feroci Seconda Guerra Mondiale. S1 E1 Chiamata al dovere.

History Channel Battle For The Pacific Xbox 360 Cronologia del gioco Cronologia del canale Cronologia dei record

E la rivoluzione haitiana 2009 PBS.

Battaglia del canale storico 360. Fino a 5 cash back Descrizione del prodotto History Channel ti porta alla Battaglia per il Pacifico dove vivrai la storia portata in vita in una delle campagne decisive della seconda guerra mondiale. Descrizione The History Channel ti porta alla Battaglia per il Pacifico dove vivrai la storia portata in vita in una delle campagne decisive della seconda guerra mondiale. Patton probabilmente il migliore e il più controverso generale alleato della guerra.

LA STAGIONE UNO COMPLETA include tutti e 10 gli episodi originali su 3 dischi. In ciascuno dei dieci episodi e utilizzando incredibili visualizzazioni CGI, BATTLE 360 segue l'Enterprise ei suoi uomini attraverso un altro conflitto della seconda guerra mondiale mentre combattono il nemico dall'aria, dal mare e sott'acqua. In onda il 02 maggio 2008 55m.

PATTON 360 2 dischi 10 episodi segue la storia della seconda guerra mondiale di Gen. LA STAGIONE UNO COMPLETA include tutti i 10 episodi originali su 4 DVD. Battle 360 ​​Episodio 1 - Call to Duty.

In ogni episodio, utilizzando incredibili visualizzazioni CGI, BATTLE 360 segue l'Enterprise ei suoi uomini attraverso un altro conflitto della seconda guerra mondiale mentre combattono il nemico dal mare aereo e sott'acqua. Episodio 1 - Chiamata al dovere. In ciascuno dei dieci episodi e utilizzando incredibili visualizzazioni CGI, BATTLE 360 segue l'Enterprise ei suoi uomini attraverso un altro conflitto della seconda guerra mondiale mentre combattono il nemico dall'aria, dal mare e sott'acqua.

2005-2006 Il Canale della Storia. Per quasi un decennio la leggendaria portaerei USS Enterprise della seconda guerra mondiale ha ricoperto un ruolo fondamentale nei turbolenti mari di guerra impegnandosi in alcuni dei fi. Gioca attraverso gli occhi di un soldato americano mentre vivi la battaglia in prima persona contro un avversario per il quale.

The History Channel ti porta alla Battaglia per il Pacifico dove puoi vivere la storia portata in vita in una delle campagne decisive della seconda guerra mondiale. Portando alla storia l'ultima battaglia tra cannoniere e la più grande battaglia navale della storia. Battaglia 360 2008 The History Channel.

Rivivi epiche battaglie terrestri combattute su alcuni dei campi di battaglia più brutali e spietati della storia. La battaglia d'Inghilterra nella seconda guerra mondiale fu tra la Royal Air Force britannica RAF e l'aeronautica nazista della Luftwaffe e fu la prima battaglia della storia combattuta esclusivamente in aria. In onda il 29 febbraio 2008 55m.

Sulla serie k. Filmati aggiuntivi BATTAGLIA 360. Nell'ottobre 1942 i giapponesi lanciano un assalto per riconquistare Guadalcanal.

Nella successiva battaglia di Henderson, gli Stati Uniti hanno ottenuto una vittoria sbalorditiva -. S1 E10 L'ultima resistenza dell'impero. Quando BATTLE 360 è stato mostrato su History Channel, uno degli sponsor era Enterprise-Rent-A-Car il cui fondatore Jack Taylor era un pilota dell'Enterprise nella seconda guerra mondiale.

Cloud 9 2005 20th Century Fox. VR 360 CoD Stazione spaziale Call of Duty 360 VR Google Cartone VR Box 360 Realtà virtuale 360. AutoManiac 2005 The History Channel.

8 anni fa 157K visualizzazioni. Rivivi epiche battaglie terrestri combattute su alcuni dei campi di battaglia più brutali e spietati della storia. La portaerei USS Enterprise combatte i giapponesi durante la seconda guerra mondiale.

Appassionati di storia Salvate il soldato Ryan Salvate il soldato Ryan Appassionato di storia Film storico

Battle 360 ​​Gli Stati Uniti colpiscono nella battaglia di Guadalcanal S1 E3 completa nella storia 2021 Cronologia Youtube Episodi completi

Battle 360 ​​E2 Vengeance At Midway Part 2 6 Youtube Midway Battle History Channel

Who Tube Battle 360 ​​Episodio 1 Call To Duty Battle History Online Call Of Duty

Battle 360 ​​Episodio 2 Vengeance At Midway Battle Dauntless Midway

History Channel Battaglia per il Pacifico di Activision per Sony History Channel Articoli unici Prodotti Etsy

Pin Pa Video della seconda guerra mondiale

Sons Of Liberty Trailer esteso Storia Memes History Channel Storia americana

Le battaglie che hanno condannato il Giappone Documentari Storia Storia Guerra Attacco di Pearl Harbor Isola di Wake

Storia Grandi battaglie Medieval Xbox 360 È possibile ottenere ulteriori dettagli al collegamento dell'immagine Nota è un collegamento di affiliazione a giochi medievali Xbox 360 Games Xbox

Japan S Last Stand Parte 1 Battle 360 ​​Storia Storia Storia Youtube Last Stand

La seconda guerra mondiale a colori 3 13 La Gran Bretagna nella baia Storia della seconda guerra mondiale Immagini storiche Seconda guerra mondiale

Pin On Videogiochi Wii Gamecube Xbox 360

Battaglia Di Midway Uss Yorktown Di Altondesignstudio Su Deviantart Uss Yorktown Yorktown Midway

Pin sul fronte occidentale della seconda guerra mondiale

Storia Legends Of War Patton Patton Giochi Xbox 360 Ultimi videogiochi


La nave

Commissionata nel 1943, ha stabilito più record di qualsiasi altra portaerei della classe Essex nella storia dell'aviazione navale. La nave era la più antica portaerei funzionante della Marina degli Stati Uniti quando è stata dismessa nel 1991. Una portaerei della classe Essex, LEXINGTON era originariamente chiamata USS CABOT. Durante la seconda guerra mondiale, la costruzione finale era in fase di completamento presso il cantiere navale Fore River del Massachusetts, quando fu ricevuta la notizia che il vettore originale chiamato USS LEXINGTON, CV-2, era stato affondato nel Mar dei Coralli. Il nome del nuovo vettore è stato cambiato in LEXINGTON.

Dopo le manovre di addestramento e una crociera di shakedown, LEXINGTON si unì alla Quinta Flotta a Pearl Harbor. La Quinta Flotta fu istituita il 26 aprile 1944, in quel momento era la Central Pacific Force. Durante la seconda guerra mondiale, il vettore ha partecipato a quasi tutte le principali operazioni nel teatro del Pacifico e ha trascorso un totale di 21 mesi in combattimento. I suoi aerei distrussero 372 aerei nemici in aria e altri 475 a terra. Affondò o distrusse 300.000 tonnellate di carico nemico e danneggiò altre 600.000 tonnellate. I cannoni della nave hanno abbattuto 15 aerei e hanno contribuito ad abbatterne altri cinque.

I giapponesi hanno riferito che la LEXINGTON è affondata non meno di quattro volte! Eppure, ogni volta tornava a combattere di nuovo, portando il propagandista Tokyo Rose a soprannominarla "Il fantasma blu". Il nome è un tributo alla nave, all'equipaggio e ai gruppi aerei che hanno servito a bordo.

Dopo la guerra, LEXINGTON fu brevemente dismesso (1947-1955). Quando riattivata, ha operato principalmente con la Settima Flotta di San Diego, in California. Sebbene non fosse coinvolto in un vero combattimento, LEXINGTON mantenne una veglia in mare aperto durante le tensioni a Formosa, Laos e Cuba.

Nel 1962 salpò per Pensacola, in Florida, e iniziò le operazioni di addestramento, venendo infine designata ufficialmente CVT-16, Navy Training Carrier. Corpus Christi ha il privilegio di essere scelto come sede permanente di questo tesoro nazionale.


Sottomarino USS Silversides (SS-236)

L'USS Silversides è stato un importante sottomarino nell'Oceano Pacifico nel corso della seconda guerra mondiale. È stata fabbricata nel cantiere navale di Mare Island in California ed è stata commissionata il 15 dicembre 1941 appena 8 giorni dopo l'attacco a Pearl Harbor. (Historic Naval Ships Association, pag.1) La nave è stata progettata per razziare le linee di rifornimento del nemico , in particolare attaccando le petroliere e il trasporto di risorse per paralizzare lo sforzo bellico del Giappone. Sarebbe andato su un totale di 14 pattuglie di guerra, il secondo più alto di qualsiasi sottomarino statunitense durante la seconda guerra mondiale, con il maggior numero di 16. Il Silversides è stato lanciato con una piccola flotta di altri sottomarini di classe Gato poco dopo l'inizio della guerra per gli Stati Uniti. Secondo i registri delle navi durante la sua prima pattuglia di guerra, i Silversides hanno incontrato un peschereccio giapponese. Sebbene il Silversides fosse in grado di usare il cannone di coperta per incendiare la nave di fuoco nemica che alla fine l'avrebbe affondata, il secondo caricatore fu colpito da un proiettile nemico e ucciso (ISSUU, Pg.1). Nonostante questo risultato agrodolce, la nave avrebbe continuato a registrare una quantità significativa di uccisioni e affondare molte migliaia di tonnellate di navi giapponesi.

La Silversides era una nave molto efficace e predava principalmente navi cisterna e da trasporto giapponesi. Molte delle navi affondate dai Silversides avrebbero preso fuoco dai colpi dei sottomarini, come si può vedere in un video girato da uno dei soldati sui Silversides chiamato Torpedoed dalla USS Silversides (SS-236) (United States Navy). Molte delle navi colpite dai Silversides sarebbero state lasciate affondare una volta prese fuoco. Questo perché il fuoco è molto difficile da affrontare in mare. Nei registri degli eventi, il comandante parla di più volte in cui una nave sarebbe stata gravemente danneggiata e sarebbe stata lasciata affondare mentre i Silversides avrebbero sparato a un nuovo bersaglio. Queste uccisioni sono state confermate non attraverso l'avvistamento della nave che affonda, ma invece dell'esplosione che inevitabilmente si sarebbe verificata una volta che il fuoco avesse raggiunto il carburante. I Silverside, nell'ottenere tutti questi successi, incontrarono anche una notevole resistenza sotto forma di cariche di profondità. Ci sono più voci nei registri delle navi di bombe di profondità che esplodono non lontano dalla nave e fortunatamente nessuna ha danneggiato in modo critico le sue capacità di combattimento. La USS Silversides è diventata famosa grazie ai suoi numerosi affondamenti di successo e questo può essere facilmente visto nella Cronologia ufficiale della US Navy of World War 2. Delle 44 voci per sottomarini nei registri, 28 erano per la USS Silversides (The Official Cronologia).

La capacità dei Silverside di sopravvivere nelle acque pericolose pur essendo in grado di affondare un numero significativo di navi nemiche è ciò che ha creato la sua reputazione e ha contribuito a creare la sua fama. I giapponesi avevano una moltitudine di metodi per eliminare i sottomarini degli Stati Uniti. Un metodo potente consisteva nell'usare gli aerei per bombardare i sottomarini mentre erano in superficie prima che potessero reagire. È difficile per un sottomarino proteggersi da questo in quanto è difficile reagire e immergersi abbastanza velocemente da non essere colpito da eventuali bombe che potrebbero essere sganciate. Un altro metodo giapponese per la distruzione dei sottomarini è l'uso dei campi minati. Queste grandi serie di esplosivi devasterebbero un sottomarino e probabilmente lo affonderebbero a causa di inondazioni. Una combinazione di mine e bombardamenti aerei è ciò che alla fine affondò la nave gemella USS Silversides, la USS Wahoo, nel mare del Giappone. I giapponesi potrebbero anche usare i loro sottomarini contro i sottomarini degli Stati Uniti, ma sarebbe rischioso in quanto potrebbero reagire molto più facilmente e sarebbe difficile colpire un sottomarino sommerso da una profondità diversa. Questo era rischioso e alla fine il Giappone si è concentrato sul quarto e più efficace metodo per eliminare i sottomarini, le bombe di profondità. Le cariche di profondità sono essenzialmente mine, solitamente lanciate da un cacciatorpediniere, che sono programmate per esplodere quando raggiungono una certa profondità. Questi sono molto pericolosi per i sottomarini poiché la pressione di queste esplosioni viene moltiplicata notevolmente dall'acqua e concentrata in eventuali sacche d'aria, che sono il sottomarino stesso. Poiché una tale carica di profondità non aveva nemmeno bisogno di colpire un sottomarino per distruggerlo e poteva affondare un sottomarino facendo esplodere ovunque vicino a loro.

Il Silversides è anche il sito di un famoso intervento chirurgico d'urgenza. Durante la terza pattuglia di guerra divenne chiaro che George Platter aveva bisogno di un'appendicectomia, un complicato processo di rimozione dell'appendice, ma il problema era che non avevano medici né erano nel raggio di alcun porto in cui potersi fermare in sicurezza. Alla fine decisero di fare l'intervento proprio lì su un tavolo di acciaio inossidabile con i paramedici che si occupavano essenzialmente. Al fine di aiutare l'ambulatorio ad avere un ambiente più stabile, l'equipaggio ha pulito accuratamente la stanza e i Silversides sono stati immersi per dondolarsi di meno. Nonostante alcune difficoltà con l'anestetico, l'intervento è stato un successo e la notizia si è diffusa rapidamente una volta che i Silverside avevano raggiunto il porto.

Gli svantaggi di Silversides

Sebbene il Silversides fosse una nave forte, il Giappone aveva la flotta di sottomarini più diversificata e potente del mondo e come tale si sarebbe rivelato un degno concorrente per chi avesse i migliori sottomarini. I Silverside avevano molti vantaggi e svantaggi rispetto alle controparti giapponesi.

Uno svantaggio per i Silverside era che non aveva siluri Kaiten. I sottomarini giapponesi di tipo C1 equipaggiavano occasionalmente siluri Kaiten. I siluri Kaiten sono grandi siluri con equipaggio che sono stati pilotati verso il loro obiettivo da un solo uomo che si è sacrificato. Secondo combinatofleet.com i siluri di classe Kaiten erano, “descritti da Theodore Cook come ‘non tanto una nave quanto l'inserimento di un essere umano in un siluro molto grande.'”(combinedfleet.com, pag.1 ) Questi siluri erano armati normalmente, ma l'uomo è stato in grado di reindirizzare il siluro e aumentare notevolmente le possibilità di colpire i suoi bersagli. Questi siluri erano essenzialmente piloti kamikaze sott'acqua, che si uccidevano per rendere molto più probabile un colpo. I siluri Kaiten affondarono efficacemente più navi statunitensi e furono brutalmente efficaci. Nonostante le preoccupazioni etiche di mettere un uomo in un siluro, erano efficaci e i Silversides erano in svantaggio a causa della mancanza di questi siluri automiranti.

Anche l'equipaggio giapponese era molto dedito alla loro causa. L'onore è stato storicamente molto importante nella società giapponese e si è mostrato molto durante la seconda guerra mondiale. L'equipaggio sarebbe generalmente disposto a fare qualsiasi cosa purché fosse per il loro onore. Questo è il motivo per cui i Kaiten erano così potenti poiché gli uomini che vi entravano credevano che fosse un grande onore dare la vita per l'Impero giapponese.

Un ultimo svantaggio per il sottomarino Silversides è la portata. Mentre i sottomarini di classe C1 vantavano una portata considerevole di 14000 miglia nautiche, i silverside USS potevano percorrere solo circa 11000 miglia nautiche senza bisogno di essere riforniti.L'aumento della portata è molto utile in quanto meno tempo il sottomarino trascorre vicino ai porti, più difficile può essere per le navi nemiche conoscere la posizione dei sottomarini. Una nave in mare per lunghi periodi di tempo è una grande minaccia in quanto potrebbe essere ovunque, mentre una nave con un raggio più breve non potrebbe viaggiare così lontano e le posizioni potrebbero probabilmente essere indovinate dopo un avvistamento a causa dell'impossibilità di viaggiare così lontano in totale. Pertanto, nonostante l'efficacia dell'USS Silversides, presentava anche alcune carenze rispetto alla serie giapponese C1 Submarine.

I vantaggi di Silversides

Un vantaggio significativo per i Silverside è il suo spostamento sott'acqua. Secondo il Naval History and Heritage Command la nave aveva un dislocamento sottomarino di 2.424 tonnellate. (history.navy.mil,pg.1) Questo è significativamente inferiore a un sottomarino giapponese comparabile C1 con un dislocamento di 3561 tonnellate. (combinedfleet.com, pag.1) Questo è stato un vantaggio per i Silversides in quanto significa i Silversides occupava meno spazio sott'acqua. Essendo più piccoli, i Silversides sono molto più difficili da colpire con mine e siluri. Le navi giapponesi erano grandi e sarebbero state facili bersagli se rilevate. Le navi giapponesi essendo più grandi le rendono anche più facili da individuare in due modi diversi. Innanzitutto lo scafo più grande rende il sonar in grado di localizzarli molto più facilmente rispetto a un sub più piccolo che non riflette bene il suono.

Il secondo svantaggio per i sottomarini di classe C1 è che, essendo molto più grandi, devono erogare molta più potenza per andare alla stessa velocità. Sia i Silverside che i sommergibili di classe C1 avevano una velocità in immersione di circa 8 nodi, ma i Silverside erano molto più piccoli e quindi dovevano erogare meno coppia per raggiungere questa velocità. Le navi giapponesi hanno dovuto erogare elevate quantità di coppia per raggiungere la stessa velocità vista nei Silverside che richiedevano solo 11800 HP per raggiungere gli 8 nodi, mentre i C1’ giapponesi usavano 12400 (Bauer, pp.274). Questa maggiore potenza faceva molto più rumore, sia per i motori che lavoravano di più che per le eliche che dovevano girare più velocemente e causavano capitazioni. A causa delle diverse dimensioni di questi sottomarini, i Silverside avevano un leggero vantaggio rispetto ai loro omologhi giapponesi di tipo C1 perché erano più difficili da individuare e colpire.

Ci sono anche alcuni record nei registri della USS Silversides di navi che affondano usando le proprie mine. Le mine sono uno strumento molto potente per negare al nemico l'accesso a un'area per paura di incontrare una mina. Sebbene sia stato registrato che la USS Silversides avesse delle mine, i sottomarini giapponesi di classe C1 non hanno questa capacità. Sebbene ciò non aiuterebbe molto in una battaglia uno contro uno, la capacità di piazzare mine in anticipo nelle aree chiave di spedizione è un vantaggio per la USS Silversides grazie alla maggiore versatilità e capacità di adattamento alla situazione.

USS Silversides

Non si possono confrontare efficacemente due navi senza prendere in considerazione l'equipaggio. I Silverside avevano un equipaggio attento e preciso e la nave non mancò molti dei colpi di siluro che prese. Nelle navi giapponesi dell'8217 c'era un forte senso dell'onore e non si arrendeva a prescindere. Ciò ha portato i sottomarini giapponesi a prendere occasionalmente decisioni sbagliate che potrebbero portare all'affondamento della nave. L'equipaggio americano tenderebbe ad essere più attento e come tale sarebbe in grado di condurre più missioni a causa del non correre rischi, mentre gli equipaggi giapponesi più aggressivi potrebbero essere affondati cercando un obiettivo ad alta priorità invece di giocare sul sicuro. L'onore giapponese li ha anche costretti a seguire gli ordini, qualunque cosa accada, perdendo buone opportunità o mettendosi in pericolo per il bene di eseguire gli ordini.

Nel complesso i Silverside avevano vantaggi nell'area della furtività e della sicurezza, mentre i sottomarini giapponesi di tipo C1 avevano il vantaggio in potenza di fuoco e potenza di affondamento. I punti di forza e di debolezza di ogni nave hanno reso il confronto abbastanza vicino e in un combattimento sarebbe stato difficile determinare un vincitore decisivo. Probabilmente finirebbe per fortuna o chi è stato in grado di sparare per primo un siluro

Dopo la guerra

Dopo il suo periodo di servizio, la Silversides sarebbe diventata per alcuni anni una nave scuola per l'equipaggio di sottomarini della marina. Alla fine è stato dismesso e trasformato in un museo di proprietà privata a Chicago per oltre 40 anni, dopodiché è stato trasferito a Muskegon MI dove risiede ancora oggi. Quando è arrivata a Muskegon c'era una quantità significativa di persone ad accogliere la famosa nave da guerra nella sua nuova sede e un grande striscione è stato esposto secondo il Chicago Tribune Newpaper (Silversides gets Hero's Welcome). Oggi Silversides è una popolare meta di vacanza ed è visitata da gruppi di boy scout locali che imparano com'era la vita dei suoi marinai e la storia della marina e, come evento speciale, una volta all'anno accendono i motori per dimostrare che la nave poteva ancora funzionare anche dopo essere stata rimossa dal servizio oltre 70 anni fa. La USS Silversides è davvero uno spettacolo bellissimo da vedere e un forte ricordo della storia della Marina degli Stati Uniti.


Stati Uniti GRAND CANYON

L'USS GRAND CANYON (AD-28), un cacciatorpediniere di classe Shenadoah, fu messo in servizio il 5 aprile 1946. L'USS GRAND CANYON servì il suo paese per 32 anni, 4 mesi e 27 giorni, fino alla dismissione il 1 settembre 1978. Costruito a Tacoma, Washington, USS GRAND CANYON fu varata nell'aprile 1945, ma con il declino della seconda guerra mondiale, non fu messa in servizio fino all'aprile 1946. Dopo lo shakedown, il GRAND CANYON attraversò il Canale di Panama nel luglio 1946 e salpò per il suo porto di Newport, RI. Nel settembre 1946 iniziò una lunga serie di dispiegamenti nel Mediterraneo che durò per tutta la sua carriera. Il GRAND CANYON si occupò dei cacciatorpediniere che servivano come forza di blocco cubana nell'ottobre 1962. Il GRAND CANYON fu rinominato AR-28, nave da riparazione per scopi generici l'11 marzo 1971. Continuò a vivere secondo il suo motto, "CAN DO", fino a quando smantellamento nel settembre 1978. La USS GRAND CANYON è stata demolita nel 1980.

Seguono la storia del dispiegamento della USS GRAND CANYON (AD-28) e gli eventi significativi della sua carriera di servizio: