Articoli

Ripensare Jagiełło Ungheria

Ripensare Jagiełło Ungheria


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Ripensare Jagiełło Ungheria

Di Martyn Rady

Europa centrale, Vol.3: 1 (2005)

Introduzione: mentre nell'Europa occidentale, il XV secolo si confronta male con il XVI, nell'Europa centrale è il contrario. Durante il XVI secolo, la regione subì sui suoi fianchi orientale e meridionale l'avanzata della Moscovia, dei Tartari di Crimea e dei Turchi e, sul suo lato occidentale, delle ambizioni dinastiche degli Asburgo. Preso tra turchi e asburgici, il regno medievale d'Ungheria crollò. Insieme alle terre della Boemia, la parte occidentale dell'Ungheria fu incorporata dopo il 1526 nel nascente impero asburgico: le altre sue parti furono occupate dai turchi o gradualmente trasformate in quello che sarebbe diventato il principato di Transilvania. Sia in Boemia che in Ungheria reale (Asburgo), le libertà dei possedimenti furono presto contestate dai nuovi governanti.

In Polonia, invece, il decreto Nihil Novi del 1505 introdusse un periodo di nobile libertà senza precedenti sotto un parlamento potente ma diviso. Questi sviluppi sono in netto contrasto con quelli della fine del XV secolo: un periodo di consolidamento, di monarchia 'nazionale' o addirittura 'rinascimentale', di guerre di successo e allargamento territoriale (almeno per Ungheria e Polonia), di progresso economico e diversificazione e, nel caso della Boemia, del riconoscimento de facto di una confessione nazionale.


Guarda il video: SUPERMERCATI UNGHERESI vs ITALIANI Michael Spampinato (Potrebbe 2022).